Home / Locale / Calabria / Soverato / Clima politico in fermento nel soveratese

Clima politico in fermento nel soveratese

SOVERATO – Clima elettorale in pieno fermento nel soveratese. Al centro dell’attenzione le elezioni per il rinnovo del consiglio di Palazzo di Vetro che vede impegnati su più fronti diversi esponenti delle istituzioni, da consiglieri comunali ad assessori e politici in genere. Dopo l’accettazione della candidatura in Alleanza Nazionale di Raffaele Mancini, che più volte aveva manifestato l’intenzione di non candidarsi motivando la sua scelta, fra le altre cose, con la volontà di non mettersi in concorrenza con altri esponenti della sua maggioranza, le incognite sull’esito del risultato elettorale aumentano di giorno in giorno. E ancor più oggi, dopo le notizie provenienti dalla città capoluogo che sembrerebbero affiancare alla coalizione capitanata da Pino Torchia, il movimento di Mimmo Tallini. “Una circostanza che può aprire scenari politici nuovi e rafforzare l’ottimismo sulla vittoria del centrosinistra”, commenta telegraficamente Vincenzo Giorla, candidato in “Gente di Calabria” . Che sarà una campagna elettorale senza esclusione di colpi e senza sconti per nessuno è ormai certo. In città, infatti, si comincia ad assistere alle classiche passeggiate dei candidati nei punti di maggior affollamento e si osservano gli avvicinamenti a questa e a quella persona. Come inevitabilmente avviene in ogni comunità che non sia particolarmente numerosa ci si chiede a chi quel gruppo o quella famiglia daranno il loro voto. Tanto più quando il consenso o il dissenso sembra più diretto al candidato che al simbolo che quello si porta dietro. Si parla poco dei programmi politici e di come ciascun candidato possa concretizzarli in caso di successo. Inoltre sembra diffondersi sempre di più il cerimoniale della presentazione ufficiale dei candidati e ci si affanna a trovare il cronista (magari quello più credibile e se non è possibile quello meno ostile o più vicino) pronto a intervistare gli interessati. Insomma c’è un grande affanno intorno ad ogni partito e, tornando alla candidatura di Mancini, si sottoline la dichiarazione rilasciata ai media locali dal candidato dell’Udc di Soverato Giacomo Matacera che si è preoccupato di assicurare gli elettori della salda alleanza fra il suo partito e quello di Fini. Una dichiarazione che ha il sapore di una smentita ma che in molti ambienti politici ha finito con il confermare quelle che sino a questo momento erano stati indiscrezioni e normali boatos preelettorali. In sostanza una vera concorrenza fra Mancini e Matacera ci sarà. Entrambi concorreranno alla vittoria di Traversa ma solo le urne potranno dire quanto la presenza dell’uno nella corsa elettorale abbia pesato su quella dell’altro.

Fabio Guarna

Lascia un commento

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi