Home / Locale / Calabria / Soverato / Soverato si attendono gli studi di Kaunas

Soverato si attendono gli studi di Kaunas

SOVERATO – Uno studioso semiologo lituano, Kaunas, è stato a Soverato recentemente per una serie di studi in tema di comunicazione. Oggetto della sua indagine le tv locali e gli editorialisti che di settimana in settimana macinano sempre più alte punte d’ascolto. Gli studi si sono naturalmente concentrati su Adriano Pecci, voce (forse spenta dalla par condicio ma che presto dovrebbe tornare sui teleschermi di Soverato 1 tv) e Ulderico Nisticò, noto editorialista del giovedì di Telejonio e anche arguto opinionista de “Il Quotidiano della Calabria”. In realtà l’esistenza di Kaunas è forse dubbia, nondimeno l’uomo è preso a punto privilegiato di riferimento per una dotta analisi degli effetti, sul pubblico soveratesi e del comprensorio, dei mass-media locali e segnatamente delle televisioni del territorio. Nei prossimi giorni, un saggio di Kaunas sarà pubblicato su alcuni organi di stampa locale nella traduzione di Vincenzo Guarna. Il titolo del saggio è, significativamente, “Fenomeno Pecci, ovvero, “gli ammonitori”. Il titolo arieggia nella prima parte quello di un ironico saggio ironico-filosofico che negli anni ’50 Umberto Eco dedicò a Mike Buongiorno; nella seconda quello di un romanzo sociale, “Gli ammonitori”, appunto che nel 1904 Giovanni Cena pubblicò, per i tipi della Nuova Antologia di cui era redattore capo. Nel saggio del Kaunas, gli ammonitori sono, evidentemente, gli opinionisti tv del momento; nel romanzo del Cena (che dopo un breve e ampio successo agli inizi presto fu dimenticato e che ormai nessuno, tranne gli specialisti, conosce) gli ammonitori sono i paria e gli sconfitti della società che con la loro triste sorte “ammoniscono” i fortunati o privilegiati della stessa.

Fabio Guarna

Lascia un commento