Home / Locale / Calabria / Montepaone / L'olofonia approda nuovamente ad Imola

L'olofonia approda nuovamente ad Imola

L’OLOFONIA, STRAORDINARIA ED INNOVATIVA TECNICA DI RIPRODUZIONE E DI ASCOLTO MUSICALE INVENTATA IN CALABRIA APPRODA NUOVAMENTE AD IMOLA

Montepaone – I suoni ambientali e naturali della Calabria saranno protagonisti all’Heineken Jammin’ Festival di Imola, uno dei più importanti eventi musicali dell’anno. Si tratta di suoni catturati attraverso la tecnica olofonica che saranno proposti alle decine di migliaia di giovani presenti all’appuntamento previsto per il 10, 11 e 12 giugno. “È il secondo anno che l’olofonia del Dr. Gianfranco Pisano voluta dall’organizzazione Pielle S.r.l., primaria in Italia per Eventi e Manifestazioni, nonché promotrice del Festival, viene utilizzata per una manifestazione così esclusiva”, è quanto si apprende da una nota diffusa da coloro che esporteranno fuori dalla Calabria un prodotto che è nato e si è perfezionato nella nostra regione. “L’olofonia e le sue applicazioni il cui campo è infinito, – si legge nel comunicato – attraversa l’impiego medico e terapeutico, ma anche ludico e di intrattenimento oltre a quello più ampio della multimedialità. Con il M.A.S.I. (Associazione Mediterranea per l’Industria sul Suono) di cui Gianfranco Pisano è presidente, nonché inventore dell’olofonia, – prosegue la nota – collabora un gruppo di medici e psicologi che si occupano dell’uso terapeutico dell’olofonia anche attraverso la musicoterapia. All’applicazione multimediale collabora Enzo Cerullo, presidente della Multimedia Service di Stalettì ed il web worker Salvatore Gualtieri. Quest’ultimo sarà presente in qualità di referente all’appuntamento musicale e direttamente in contatto con tutti i ragazzi che vorranno sapere di più sulla tridimensionalità sonora calabrese. Ulteriori informazioni potranno essere visionate ed ascoltate sul sito www.olofonia.it e, naturalmente sul sito www.heineken.it”.
L’appuntamento con l’Heineken Jammin’ Festival di Imola, rappresenta nel panorama musicale internazionale un evento da non perdere. La musica, quella ad alto livello, infatti, è di casa e per l’occasione saranno presenti artisti molto noti e apprezzati in campo mondiale: citiamo fra questi Vasco Rossi e gli Oasis.
Al festival di Imola sarà possibile, dunque, trovare in un’area denominata ‘Cool ZonÈ, all’interno di una enorme tendostruttura ben 32 postazioni d’ascolto in cuffia dove i visitatori potranno usufruire dei suoni olofonici registrati in Calabria.

Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Leave a Reply