Home / Locale / Calabria / Satriano / Satriano: Festa de l'Unità

Satriano: Festa de l'Unità

RelatoriDa sinistra: Giovanni Puccio, Vincenzo Codispoti, Pino Basile, Michele Drosi, Pino Soriero, Tonino Riverso
Satriano – Per discutere di Satriano, delle prospettive di sviluppo e delle problematiche che in questi anni sta attraversando il paese, i democratici di sinistra dell’unità di base locale hanno scelto per la festa de l’Unità Piazza Spirito Santo, in pieno centro-storico. Prima degli interventi è stato proiettato un video di circa 15 minuti durante il quale sono state messe in evidenza e stigmatizzate situazioni di degrado in cui versano alcune zone della cittadina. Quindi ha preso la parola Michele Drosi, della direzione regionale del partito il quale, dopo avere puntato il dito contro la politica attuata in questi anni dall’amministrazione comunale, ha ribadito la necessità di un cambiamento per il paese lanciando un appello a partiti, associazioni, uomini della società civile e cittadini tutti per la costruzione di un programma di rinnovamento da proporre alle prossime amministrative. Un programma che abbia fra i suoi obiettivi anche quello di garantire una coesione sociale fra i satrianesi. Dopo Drosi ha parlato Vincenzo Codispoti del direttivo di sezione che ha ricordato le iniziative condotte dai D.s. a difesa della collettività satrianese a cominciare da quella per il mantenimento della postazione del 118, trasferito, da poco nel Comune di Montepaone. L’esponente politico ha parlato anche della protesta per il completamente della SS106 senza tralasciare di stigmatizzare l’operato dell’amministrazione comunale che a Satriano da diversi anni ha lasciato inoperanti il centro di aggregazione sociale e quello culturale intitolato a Galateria. Codispoti, dopo avere ciriticato l’On.Pittelli e il Sen. Bevilacqua, stigmatizzando la loro inerzia, a fronte dei problemi del territorio, ha auspicato la candidatura di Pino Soriero, già sottosegretario del governo Prodi, alle prossime elezioni alla camera, dichiarando il pieno impegno dei D.s. satrianesi per il successo di quest’ultimo. Pino Basile, consigliere di minoranza si è soffermato sull’iniziativa del primo maggio, portata avanti per la difesa della postazione del 118 in Marina. L’intervento del consigliere di minoranza, così come quello di coloro che lo hanno seguito, è stato breve, per consentire a tutti i relatori di potere intervenire. E questo a causa della pioggia che alternandosi rapidamente alle schiarite ha minacciato lo svolgimento del dibattito. Tonino Riverso, presidente della federazione regionale architetti, invece, ha sottolineato come dal punto di vista urbanistico sia importante cominciare a ragionare in termini di pianificazione intercomunale per progettare nuove politiche di sviluppo che consentano a comuni contermini come Soverato, Satriano e anche Davoli di interagire utilizzando servizi in comune. Romualdo Pasquino, rettore dell’Università di Salerno, in vacanza a S.Caterina di cui è originario, presente fra il pubblico, è intervenuto manifestando disponibilità di collaborazione da parte dell’istituzione con i comuni del comprensorio. Giovanni Puccio, della direzione regionale del partito e sindaco di Botricello ha ripreso i temi accennati da Riverso e Pasquino, sottolineando l’importanza della conurbazione e del concorso tra enti e istituzioni per lo sviluppo del territorio. Ha tirato le conclusioni l’On.le Pino Soriero lodando l’efficacia del dibattito intercorso ed evidenziando come sia indispensabile che il Comune di Satriano esca dall’isolamento in cui versa e ciò mediante una nuova politica aperta alle prospettive del futuro per la quale la formazione cui egli appartiene intende profondere il massimo impegno. Ha sottolineato la necessità che si faccia squadra e ha deplorato il progressivo deterioramento di istituti e circoli che in passato non hanno mancato di dare lustro e spessore alla vita cittadina contrassegnandone il fermento culturale e che, come ad esempio il circolo Galateria, sono ormai affatto inoperosi. Infine, sull’importanza della cultura per una collettività, Soriero ha riferito dell’esperienza dell’associazione “Il campo” di cui è presidente, finalizzata a creare condizioni di interscambio culturale e di promozione operativa tra alcune prestigiose università italiane e quella di Nassyria in Iraq.

Fabio Guarna (Fonte: ilQuotidiano della Calabria)

Leave a Reply