Home / Sport / Calcio / Soverato ricorda Giacinto Facchetti

Soverato ricorda Giacinto Facchetti

Foto Facchetti Soverato – La Soverato nerazzurra e tutto il mondo del calcio piange Giacinto Facchetti, il campione che ha fatto la storia dell’inter con i suoi scatti lungo la fascia laterale e rivoluzionato il modo di interpretare il ruolo del terzino. Giacinto Facchetti era stato a Soverato con la sua Inter, negli anni ’70 per soggiornare e allenarsi prima di affrontare la squadra della città capoluogo a Catanzaro quando i giallorossi militavano nella massima serie. In quell’occasione non aveva mancato di visitare la cittadina jonica ed aveva fatto tappa alla tabaccheria Gualtieri. Una foto lo ritrae insieme al “tabaccaio storico di Soverato” che da allora è rimasta sempre ben esposta nella tabaccheria di Corso Umberto. Fu naturalmente un gran piacere per l’interista Gualtieri conoscere il mitico campione nerazzurro e lo fu all’epoca per molti Soveratesi che ebbero modo di incontrarlo per le strade di Soverato. Un uomo e sportivo semplice di cui si conservano tanti ricordi fra i quali un aforisma che colpisce: “sono sempre stato del parere – diceva Facchetti – che se si deve essere un esempio per gli altri ci si deve anche comportare bene. Quando andavo all’oratorio non bastava essere bravi per giocare in squadra, ci si doveva sempre comportare bene. Poi diventa un’abitudine”
L’Inter è una squadra che conta tantissimi tifosi nella cittadina jonica. Lo testimonia la presenza di un “Inter Club” e i messaggi su internet provenienti da Soverato che esprimono cordoglio per la scomparsa del Presidente dell’Inter. Valga per tutti “Addio Presidente – 18/07/1942 – 04/09/2006 – pubblicato in rete a caratteri neri e azzurri”. Addio Facchetti: chi scrive era un bimbo che faceva il tifo per te e la tua inter, quando giravi per le strade di Soverato.

Fabio Guarna (Fonte: il Quotidiano della Calabria)

Leave a Reply