Home / Notizie / Pompe chiuse nei prossimi giorni. Continua la protesta dei benzinai.

Pompe chiuse nei prossimi giorni. Continua la protesta dei benzinai.

Non si arrendono i benzinai nella protesta contro il decreto sulle liberalizzazioni disposto dal Governo e proposto dal Ministro Bersani. Lo hanno annunciato in queste ore le organizzazioni di categoria (Faib-Aisa, Fegica e Figis-Anisa) che hanno proclamato altri quattro giorni di chiusura delle pompe. Gli impianti resteranno chiusi dal 27 febbraio al 2 marzo. Quanto ai risultati della precedente protesta che ha visto le stazioni di benzina chiudere dalle ore 19 di martedì 7 febbraio 2007 alle ore 19 di mercoledì 8 febbraio 2007 si legge in una nota stampa pubblicata sul sito Fegica:

“Data: 06/02/2007

Autore: Fegica Cisl

Benzinai: oltre il 92% l’adesione dello sciopero in Sicilia.
STRAORDINARIA ADESIONE ALLO SCIOPERO IN SICILIA, DALLE 19.00 CHIUDONO GLI IMPIANTI NEL RESTO DEL PAESE.

Altissima la partecipazione alla chiusura degli impianti in Sicilia, dove l’iniziativa di protesta è iniziata già dalla serata di ieri, con 24 ore di anticipo sul resto del Paese. Secondo i primi dati che cominciano ad affluire dalle strutture territoriali delle Organizzazioni di categoria -Faib/Aisa, Fegica, Figisc/Anisa- promotrici dello sciopero, l’adesione dei gestori isolani supera il 92%, con punte intorno al 96% in alcune zone delle province di Palermo, Catania, Messina, Ragusa e Agrigento.

Lascia un commento