Home / Gastronomia / Per amore di un hamburger migliore – For the love of a good burger

Per amore di un hamburger migliore – For the love of a good burger

“In a world where “burger” most often means a thin piece of meat whose flavor is overwhelmed by ketchup, mustard, pickle or onion, it doesn’t take much effort to make a better one” (in un mondo dove molto spesso hamburger significa una parte sottile di carne il cui sapore è arricchito di ketchup, mostarda, sottaceto e cipolla, non ci vuole molto sforzo per farne uno migliore meglio. Si apre così un articolo di oggi del New York Times dal titolo “for the love of a Good Burger” (per amore di un buon hamburger). Nel pezzo, interessante da leggere viene ben spiegato che per avere un buon hamburger o meglio ancora un buono e sano hamburger sarebbe opportuno fare un’attenta selezione delle carni. Infatti, secondo l’autore dell’articolo (ed è difficile dargli torto), non sempre quando acquistiamo degli hamburger, spesso surgelati, conosciamo bene la carne di provenienza. Potrebbe essere delle migliori specie ma anche di bassa qualità. Quindi, il quotidiano statunitense, prosegue con una serie di suggerimenti delle quali i lettori dovrebbero farne tesoro. E non solo quelli degli Stati Uniti, patria dei “burger”, ma anche quelli Europei che vanno sempre più americanizzandosi nella scelta dei cibi.

Fabio Guarna

ENGLISH

“In a world where “burger” most often means a thin piece of meat whose flavor is overwhelmed by ketchup, mustard, pickle or onion, it doesn’t take much effort to make a better one”. Begins like this an article on New York Times title “for the love of a Good Burger” (per amore di un buon hamburger). The article is very interesting to read.
This articles explains that to have a good burger or a good healthy burger it is opportunable to select meats. Infatc according to the author of the article (It’s difficult to not agree) everytime we buy burgers not always we know where the meats comes from. It could be good or bad quality. The american newspaper continues with a series of hints for the readers to treasure. And not only American readers but European readers too that always follow american food.

Leave a Reply