Home / Locale / Calabria / Satriano / Satriano, ricordati tre illustri sindaci

Satriano, ricordati tre illustri sindaci

Satriano: commemorazione sindaci storici del paese Oggi “Il Quotidiano della calabria” riporta un articolo a firma di Fabio Guarna in cui si fa riferimento all’iniziativa tenutasi nei giorni scorsi per ricordare tre illustri primi cittadini della cittadina jonica. Di seguito l’articolo pubblicato sulle pagine de “Il Quotidiano” a firma di Fabio Guarna

Nell’aula sono stati esposti i quadri degli ex illustri primi cittadini

IL CONSIGLIO DI SATRIANO RICORDA TRE SINDACI STORICI DEL PAESE

SATRIANO – Nella sala del consiglio comunale di Satriano per volontà dell’attuale amministrazione guidata da Michele Drosi resteranno esposti i quadri di tre sindaci storici che hanno segnato la storia di Satriano per oltre un trentennio e che oggi non ci sono più. Si tratta di Francesco Antonio Battaglia, Francesco Maduri ed Enzo Sinopoli. Tre uomini ricordati dalla popolazione con affetto e che, hanno contribuito in positivo alla crescita della comunità e, se è vero come lo è, che ciascuno è partecipe del destino dell’umanità, per loro potremmo dire che, per la propria parte, il loro impegno ha dato un contributo positivo alla sorte del mondo. Una espressione che sarebbe senz’altro piaciuta a Francesco Antonio Battaglia, storico sindaco degli anni ’50 È60 di Satriano e nonno di Salvatore Curcio, Procuratore della Repubblica di Catanzaro che nel ricordarlo ai giornalisti ha messo in evidenza le doti di umanità unite alla passione per la politica che hanno contraddistinto l’azione del suo avo. “Un uomo di mondo – ha detto Drosi – che in politica aveva conosciuto illustri personaggi come il Ministro Cassiani”. Un sindaco che fu intimo dell’allora Patriarca di Venezia monsignor Angelo Roncalli divenuto in seguito Papa Giovanni XXIII, e frequente convitato alla sua parca mensa. Molto interessanti gli aneddoti e i riferimenti all’arguta conversazione che in quelle agapè il futuro Papa teneva con i suoi ospiti. Negli ultimi anni della sua lunga vita, ritiratosi a Satriano oltrechè vivere di ricordi, tutti di grande e straordinario interesse (per esempio il safari in Africa da lui organizzato e in parte finanziato per ripopolare lo zoo di Napoli) si interessò attivamente e con passione alla locale associazione reduci di guerra promuovendo interessanti iniziative del sodalizio e rappresentando sempre quest’ultimo con vibranti e appassionati discorsi alle cerimonie funebri dei soci via via deceduti. Se ne va a 91 anni: un personaggio di grande rilievo, a suo modo e nell’accezione migliore, un “gattopardo”, un testimone della ultima storia d’Italia e, in essa, della sua amata Satriano. E se Battaglia fu testimone della vita italiana e di Satriano in particolare contribuendo in positivo, altrettanto può dirsi degli altri due sindaci, Francesco Maduri ed Enzo Sinopoli. Del primo sono state ricordate da Drosi la disponibilità verso la gente, l’amicizia con lo storico politico della Dc Ernesto Pucci e la fattiva opera per promuovere una Satriano migliore mentre di Enzo Sinopoli, il primo cittadino non ha mancato di ricordare la corrente socialista lombardiana alla quale quest’ultimo apparteneva e il forte contributo operato per lo sviluppo del paese che deve a Sinopoli tantissime opere. Un uomo che se ne è andato presto e che avrebbe potuto dare ancora tanto. All’iniziativa hanno partecipato tanti cittadini e diversi familiari dei tre compianti sindaci. Poche righe non bastano per dire quanto importante fu il contributo che diedero per lo sviluppo della loro amata Satriano.
Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

One comment

  1. grazie per L’aiuto che mi avete dato ed inoltre complimenti per il sito

Leave a Reply