Home / Sport / Calcio / Serie A tredicesima giornata – Il portoghese e l'austriaco

Serie A tredicesima giornata – Il portoghese e l'austriaco

Mourinho “fa il portoghese”, come si usa dire, e partecipa alla festa al di là dei propri meriti, quasi intrufolandosi tra la gloria.
Trionfa grazie a un regalo di Manninger, portiere austriaco della Juve troppo impegnato a scimmiottare “la mimica” di un consumato Capello per notare Muntari, che sul secondo palo quasi controvoglia  lo buca, convinto di un fuorigioco che in realtà non c’è.
La difesa della Juve continua a segnalarsi per amnesie inspiegabili e così l’Inter va, meritando anche nei tratti in cui Ibra, palla al piede, illumina la serata.
Impressionante la prestazione di Maicon: la saetta nerazzurra che sfreccia sulla fascia destra instancabilmente e mette sempre in imbarazzo una Juve cedevole proprio nei suoi uomini migliori.
Del Piero e Nedved sono appannati e pagano il conto all’ufficio anagrafe, non clemente nonostante i loro piedi.
Quando le bandiere sono le prime ad abbassarsi, il resto del fortino resta scoperto e la Juve perde, portandosi dietro un pesante distacco di 6 punti.
Il Milan resta l’avversario più credibile dell’Inter.
Ride fino al rigore di Rosina che inchioda la partita col Toro sul 2-2.
Un risultato non utilissimo, ma il campionato è ancora lungo. Resta comunque l’impressione di essere stata l’unica squadra ad aver messo in serie ambasce l’Inter quest’anno e si ha sempre più l’impressione che, comunque vada, a fine anno si debba festeggiare a Piazza Duomo.
Il Napoli si dimostra ancora immaturo, un po’ Narciso si specchia nella prodezza di Lavezzi e dimentica all’ultimo secondo Daniele Conti, che ringrazia e pareggia per il Cagliari
Il figlio di Bruno, fenomenale stella della Roma e dell’Italia Mundial dell’82, non ha avuto una carriera degna delle proprie qualità.
Dotato di ottimo calcio e di buona visione di gioco, forse avrebbe meritato una chance in una “grande”.
In coda da segnalare la reazione della Regina: se persino Corradi segna una doppietta, vuol dire che finalmente la fortuna gira dal verso giusto.
Riuscirà l’impresa anche quest’anno?

Antonio Soriero

Leave a Reply