Home / Locale / Calabria / Satriano / Satriano: "Visse per ischerzo", presentazione scritti di Vincenzo Guarna

Satriano: "Visse per ischerzo", presentazione scritti di Vincenzo Guarna

vincenzo-guarna-foto1

SATRIANO – Si terrà domenica 28 dicembre alle ore 18,00 presso la sede del circolo culturale Galateria di Satriano la presentazione della raccolta di scritti di Vincenzo Guarna intitolata “Visse per ischerzo”. Vincenzo Guarna, satrianese doc è stato docente di lettere e Preside in diversi Istituti calabresi ed è conosciuto e ricordato per la sua cultura letteraria e la sconfinata umanità. Dopo la sua scomparsa, l’Amministrazione comunale di Satriano guidata dal sindaco Michele Drosi ha avviato la ricerca di alcuni scritti di Guarna con l’intenzione di pubblicarli in una raccolta. Al lavoro ha collaborato il Prof. Antonio Barbuto, docente di letteratura italiana alla Sapienza di Roma e amico di una vita del compianto Preside. Nel libro sono ospitati scritti inediti dell’autore o apparsi in alcuni periodici nonché altri già pubblicati in riviste letterarie e che hanno ricevuto il plauso di autorevoli rappresentanti del mondo della cultura. Fra questi “Elegia al padre”, “una poesia che – spiega  Barbuto -, fu consacrata da un intellettuale di sommo prestigio, Sebastiano Timpanaro” a cui Barbuto stesso aveva mandato il testo accompagnato di una sua premessa critica. In una lettera del 26 febbraio 1972 – racconta Barbuto – Timpanaro gli scrisse a proposito di “Elegia al padre”: “Io ho scarse letture di poesia contemporanea, e spesso non riesco a capire e ad apprezzare. Ma questa volta credo di aver capito tutto e sono rimasto ammirato: molto raramente, mi sembra, ho letto versi di questa forza: la rappresentazione, commossa e lucida al tempo stesso, di un dramma individuale che è, insieme, il dramma di una società. Tutto questo lei lo dice molto meglio di me nella Sua premessa critica: Le spetta il merito di avere scoperto un poeta vero e alto. Se ha occasione di vedere Vincenzo Guarna, vorrei che gli esprimesse la mia sincera ammirazione”.

(fonte: Il Quotidiano della Calabria)

Leave a Reply