Home / Sport / Calcio / Il cuore oltre il bonifico

Il cuore oltre il bonifico

Molto spesso si parla di calcio, poche volte nel 2009 ci si ritrova a parlare di valori.
II binomio sembrerebbe poco credibile dopo l’effetto calciopoli, ma in questi giorni una bella lezione sul tema “calcio e vita” ce la dà un ragazzo brasiliano dalla faccia e dai piedi buoni.
Ricardo “Ricky” Kakà ha rinunciato ad un ingaggio da star hollywoodiana per rimanere in rossonero, dove in verità non guadagna poco. Non se l’è sentita di andare a  Manchester, altra città fredda e industriale, laddove avrebbe perso troppo, in termini di rapporti umani e di progetto calcistico.
Kakà, il ragazzetto brasiliano che appena arrivato in Italia fu irriso da Moggi a causa del suo soprannome… Chissà se la Juve lo avesse avuto al posto di Poulsen….
Kakà, il calciatore fortissimo e riservato, quello che meriterebbe gli onori della discoteca molto più di tanti altri, ma che non ama stare sotto i riflettori.
Kakà, soprannominato da Pellegatti “Musica e Magia”, nella finale in cui il Milan la spuntò sul Liverpool, in una Coppa Campioni illuminata dagli acuti dell’asso brasiliano.
Chi ama il calcio, indipendentemente dalla casacca, non può dimenticare la doppietta con cui Ricky folgorò Manchester, mettendo alla berlina l’allora astro nascente Ronaldo e il beniamino di casa Rooney.
Come non si può dimenticare la galoppata con cui spezzò in due la difesa slow-motion del Celtic.
Ricky è un calciatore universale, a cui tutti vogliono bene come Maldini, Buffon, Del Piero. Saluta lo sceicco e sventola la sua maglia numero 22, quella che sogna di indossare fino a fine carriera.
Il campionato ci parla dei primi schiaffi clamorosi presi dall’Inter, anche ad opera del “calabrese a Bergamo” che ricorda Boksic, il Sig. Sergio Floccari .
La Juve non ne sa approfittare e subisce, per larghi tratti del match, la Lazio low cost dei vari Zarate e Diakite.
In grave imbarazzo la Samp che gioca in attacco con i centrocampisti difensivi e la Reggina che ha un organico non adeguato alla massima serie.
Il campionato continua, con Ricky in campo. Meglio così.

Antonio Soriero

Lascia un commento