Home / Notizie / Massimo D'Alema, cacciatore di replicanti

Massimo D'Alema, cacciatore di replicanti

Le parole di Massimo D’Alema che parla di scenari imprevedibili per l’esecutivo Berlusconi ci fanno venire in mente le ultime parole del replicante Roy Batty in Blade Runner. Cosa avrà voluto dire D’Alema prima di intervenire alla festa del Pd affermando che nel nostro paese ci si avvia verso un periodo di incertezze e che “credo – ha detto – nel Paese possano aprirsi scenari imprevedibili”? E cosa invece avrà voluto dire Roy Batty in Blade Runner quando afferma nel film: “ho visto cose che voi umani non potreste immaginare… navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. È tempo di morire.”? Per il momento entrambe le frasi restano enigmatiche e forse proprio per questo conservano un certo fascino da attirare l’attenzione. Ma per restare a Blade Runner, considerando le questioni interne al Pd, v’è da dire per Massimo D’Alema,  che in questa fase sembrerebbe assomigliare più a Deckard, il cacciatore di replicanti che a Roy Batty, il replicante protagonista della frase cult (cfr. in basso scena da youtube). Troppi nel Pd parlano allo stesso modo di coloro che hanno portato gradualmente il partito al minimo storico. Forse l’unico che dice qualcosa di diverso potrebbe essere proprio Bersani. E’ stato un bravo Ministro, e perchè non dovrebbe essere altrettanto bravo nel ruolo di leader del maggiore partito d’opposizione? Ho visto cose…..

Fabio Guarna

Leave a Reply