Home / Locale / Calabria / Satriano / Satriano, dopo le "catilinarie" si annuncia un ottobre caldo

Satriano, dopo le "catilinarie" si annuncia un ottobre caldo

SATRIANO – Agli inizi della stagione estiva a Satriano nella splendida cornice di Piazza Monumento l’ex sindaco Domenico Battaglia aveva dato inizio alle “catilinarie satrianesi”, ovvero una serie arringhe lanciate a cadenza quasi settimanale che vedevano alternarsi quest’ultimo e il primo cittadino Michele Drosi, su questioni politiche e amministrative. I due protagonisti assunte le vesti di Cicerone e Catilina si sono esibiti in splendide declamazioni davanti ai cittadini raccogliendo applausi e facendo venire in mente ai giornalisti le catilinarie – si parva licet componere magnis –  che hanno dato il nome al fenomeno. E se le catilinarie sembrano al momento essersi interrotte, una nuova serie di attacchi e repliche pare stia per riaccendere il dibattito politico satrianese. Questa volta però in una forma più moderna, ovvero in quella della conferenza. Infatti i consiglieri di minoranza Giusy Altamura, Mimmo Calabretta, Mimmo La Torre, Luciano Battaglia, Emilio Masucci hanno promosso un incontro pubblico che si terrà il 9 ottobre alle 17,00 presso la sede comunale in cui il titolo  suona  come un vero e proprio attacco verso l’amministrazione guidata da Drosi.“. Si legge infatti nell’invito della minoranza diffuso anche agli organi di informazione che tema della conferenza sarà “La Nuova Amministrazione Comunale:aspettative deluse e incertezze sul futuro” Il resoconto di due anni e mezzo di Amministrazione Drosi, tra ritardi, promesse non mantenute e annunci strepitosi, ma con pochi fatti concreti. E intanto il nostro paese sta morendo”. Non si esclude però che Drosi e la sua amministrazione non sia pronto a replicare. Anzi, stando ai boatos, sembra proprio che alla conferenza stampa della minoranza ne seguirà un’altra della maggioranza che dovrebbe cadere in ottobre, mese storico – è appena il caso di ricordarlo – per le rivoluzioni.

f.g. (Il Quot.)

Lascia un commento