Home / Notizie / Water on the moon: l'inizio di una nuova era della ricerca spaziale

Water on the moon: l'inizio di una nuova era della ricerca spaziale

La notizia che sulla luna c’è acqua in grandi quantità, ritrovata sotto forma di ghiaccio dopo che il missile lanciato dalla terra ad opera della Nasa, ha colpito il suolo lunare, apre la porta ad una serie di considerazioni e dibattiti sull’esplorazione del nostro universo. E non deve fare meraviglia se Google, il più potente motore di ricerca al mondo abbia deciso, appresa la notizia delll‘acqua sulla luna, di trasformare il suo logo della home page in una immagine che richiama all’evento. Che evento del nuovo millennio può ben dirsi e che meriterebbe la massima attenzione dei media non soltanto in queste ore o in questi giorni. Che sia giunta l’ora per dare inizio ad una nuova era della ricerca spaziale? Che sia l’ora di esplorare lo spazio alla ricerca di nuove forme di vita? Per adesso è troppo presto per dirlo. Ma si può certo dire che bene Google ha fatto, a mettere un nuovo logotipo in home page, su cui scorrendo il mouse si legge “Discovery of water on the moon” (scoperta dell’acqua sulla luna), cliccando sul quale si ottengono i risultati della chiave di ricerca “water on the moon” (acqua sulla luna).

Fabio Guarna

Leave a Reply