Home / Locale / Calabria / Satriano / Satriano: intervista a Paola Ottaviano, assessore ai servizi sociali

Satriano: intervista a Paola Ottaviano, assessore ai servizi sociali

Su “Il Quotidiano della Calabria” si è parlato nei giorni scorsi del cd “piano di zona”, ovvero un documento programmatico tra Comuni associati e aziende ASP all’interno del quale, coerentemente con il Piano Regionale, vengono stabilite le politiche sociali e sociosanitarie rivolte alla popolazione. A farlo in un’intervista rilasciata a Fabio Guarna, l’assessore alle politiche sociali del Comune di Satriano, Paola Ottaviano…. articolo: La conurbazione oltre che essere territoriale può essere utile anche per la gestione di servizi. Ed uno di questi potrebbe toccare il settore dei servizi sociali. Si sono tenute recentemente alcune riunioni tra amministratori dei comuni associati per la messa in opera del cd “piano di zona”. Di questi ne parliamo con   Paola Ottaviano assessore alle politiche sociali del Comune di Satriano da più di un anno. Paola Ottaviano, nella vita si occupa, in qualità di psicologa di riabilitazione con pazienti anziani ospiti nelle Residenze Sanitarie convenzionate con ASL presenti nel territorio. Si occupa anche di disagio sociale e presta attività di volontariato in diverse associazioni. Il curriculum è coerente anche dal punto di vista tecnico per l’assessorato per cui opera e non è detto che non possa cadere su di lei la designazione a vicesindaco che il primo cittadino di Satriano Michele Drosi, una volta chiusa una fase di verifica che dura da quasi un anno, dovrebbe fare.  “Il mio ingresso politica – dice Paola Ottaviano – prima di rispondere alle domande – voleva essere un contributo alle politiche sociali nel senso più ampio, ovvero un contributo per garantire i servizi che spettano a chi ne ha diritto”.

Cosa è il piano di zona?

“Provo a dare una risposta da manuale. Il Piano di Zona è un documento programmatico tra Comuni associati e aziende ASP all’interno del quale, coerentemente con il Piano Regionale degli interventi e servizi sociali, L328/2000,vengono definite le politiche sociali e sociosanitarie rivolte alla
popolazione. La giunta regionale calabrese ha approvato il Piano regionale in data 11/2005…come al solito il ritardo dalla nostre parti è la regola! A mio avviso il PdZ è lo strumento principale delle Politiche sociali che serve a costruire un sistema intergrato di interventi perché deve mettere in relazione tutti i servizi che si offrono in strutture,servizi domiciliari e territoriali, misure economiche iniziative diversificate che siano rivolte alla singola persona e alla famiglia. Integrato inoltre, perché deve far collaborare e lavorare in modo efficace per i cittadini soggetti istituzionali e non enti pubblici e privati”.

Cosa si è fatto sino a questo momento?

“Soverato, comune capofila del nostro ambito territoriale, ha ospitato negli ultimi mesi, i sindaci o chi per loro, che chiamati ad una riflessione condivisa su questioni emergenti del settore, hanno dato vita ad un tavolo tecnico di esperti, rappresentanti dei comuni, del terzo settore, delle aziende asl, ecc, il cui compito è quello di supportare con la loro azione ed esperienza, l’intero processo
programmatico”.

A che punto sono i lavori?

“Il tavolo si è riunito e ha iniziato a lavorare. Per quanto riguarda le politiche sociali che l’amministrazione di Satriano intende mettere prossimamente in atto per cui prevedo, come già sostengo da tempo l’ingresso nell’unione dei comuni, in relazione a quanto ho affermato, siamo già pronti a firmare la convenzione per l’avvio del progetto di assistenza domiciliare per anziani e disabili e altri progetti con enti gli locali”.

Fabio Guarna (Il Quotidiano della Calabria)

Paola Ottaviano
Paola Ottaviano

Leave a Reply