Home / Locale / Calabria / Soverato / Soverato, Nicola Limardo saluta l'Itc "Calabretta"

Soverato, Nicola Limardo saluta l'Itc "Calabretta"

SOVERATO – Nicola Limardo dal primo settembre 2010 andrà in pensione. La sua è stata una lunga carriera nella scuola, cominciata da docente e proseguita con l’incarico di Preside che nel tempo ha mutato terminologia e si chiama dirigente scolastico.  Limardo ha tascorso gli ultimi 16  anni della sua carriera dirigendo l’Istituto Tecnico Commerciale divenendo così il dirigente scolastico che per più tempo è stato a capo dell’istituto soveratese.  Durante gli anni della sua dirigenza che iniziano nel 1994 ha promosso iniziative apprezzabili che hanno messo in rete l’Itc “Calabretta” di Soverato con le scuole d’Italia e di tutto il mondo. Dalle idee molto innovative Nicola Limardo ha raggiunto importanti risultati, partecipando soprattutto a progetti in campo europeo. Nel 2005 la scuola da lui diretta è stata intitolata al compianto Antonino Calabretta, già sindaco di Soverato. Un modo anche – ha sempre sostenuto Limardo – per testimoniare uno dei principali obiettivi della sua scuola, ovvero assicurare attraverso la formazione dei giovani, lo sviluppo della cittadina jonica e dell’intero comprensorio. Limardo comincerà il suo lungo periodo di ferie dopo una lunga carriera dal primo settembre 2010 ed è dunque rimasto in servizio sino alla conclusione dell’anno scolastico in cui l’Itc ha festeggiato i cinquanta anni dalla sua fondazione. Per riconoscergli l’impegno e la dedizione al lavoro, tutto il personale della scuola soveratese al termine del collegio dei docenti (forse l’ultimo diretto da Limardo) del 16 luglio, ha organizzato all’interno dell’Istituto un momento di intrattenimento per salutare lo storico dirigente scolastico dell’Itc Calabretta di Soverato. Un riconoscimento per la dedizione al lavoro oltre a Limardo è stato consegnato anche ad altri docenti dell’Istituto Calabretta che come il loro dirigente scolastico concludono la loro carriera scolastica il 31 agosto 2010. Si tratta di Gina Nesticò, Annie Jirikovsky, Carmela Apicella e Nicola Casadonte. Nonostante il tentativo di  mantenere l’emozione è scappata qualche lacrima non solo ai protagonisti. E in conclusone: tanti, tantissimi applausi per il lavoro svolto a chi dal primo settembre comincerà un meritatissimo e lungo periodo di ferie.

f.g.

Leave a Reply