Home / Sport / Calcio / Serie A – Gattusinho, in attesa di Juventus-Palermo

Serie A – Gattusinho, in attesa di Juventus-Palermo

Serie A 2010-2011 commento quarta giornata – “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”. Il Gattopardo ovvero l’Inter.
Ci svegliamo presto giovedì mattina e guardate un pò chi si rivede lassù in cima, sola e indisturbata (perché Chievo e Brescia non sono minacce credibili)?
Sì, la corazzata nerazzurra.
E anche il tanto bistrattato Benitez. Non ha il piglio di Mourinho, non comunica come Mourinho, non attacca tutti come Mourinho.
Però è bravo e la squadra, come detto in altre circostanze, è nettamente la più forte d’Italia.
Il capitano di Spagna va a gonfie vele, mentre dietro si arranca alquanto.
Questo Milan circense non piace affatto.
Non è una squadra, sembra gli Harlem Globetrotters.
Il mercato è stato fatto in pieno stile Championship Manager.
È bello fantasticare con Robinho, Ronaldinho, Gattusinho, “ma si poi on signu!” (e qui mi abbandono alle mie radici dialettali).
La Roma è una polveriera, tutti contro tutti, Ranieri che accusa stampa, giocatori, probabili nuovi allenatori, tutti.
Ricorda Batistuta con la mitraglia dopo i goal….Ah, come servirebbe alla Roma un centravanti abile anche la metà del fuoriclasse di Reconquista!
Mi piace sottolineare quanto sta facendo il Chievo “dei miracoli”, il Chievo Paluani, candido, apparentemente inoffensivo (da Campedelli a Pellissier sembrano tutti buoni, tipo gli elfi delle favole).
Poi arrivano al San Paolo e ne fanno 3.
La squadra è composta da 11 onesti giocatori di calcio che però hanno un pregio: nessun timore reverenziale.
Sono esperti, sanno cosa significhi la serie A.
Complimenti a tutti, il Chievo ha passato la maturità.

Leave a Reply