Home / Locale / Calabria / L’alleanza cuochi slow food- presidi: l’adesione de Il vecchio Castagno- Serrastretta

L’alleanza cuochi slow food- presidi: l’adesione de Il vecchio Castagno- Serrastretta

In un comunicato che di seguito riportiamo a cura dello Slow Food di Soverato la cui fiduciaria è Marisa Gigliotti, si dà notizia di una interessante iniziativa promossa dal sodalizio

[COMUNICATO STAMPA]

In tempi così difficili è necessario uno sforzo comune per superare l’emarginazione dei territori e  dei produttori  Il concetto dell’alleanza è uno degli strumenti che Slow food ha messo in campo: L’alleanza è una grande rete solidale dove i cuochi italiani incontrano e stringono un patto con i produttori dei 177  Presìdi Slow Food, impegnandosi a cucinare e valorizzare i loro prodotti. Da tempo opera a Serrastretta Delfino Maruca, uno dei 900 cuochi di terra madre, attento ristoratore ed interprete della filosofia slow food a partire dalla ricerca nel territorio e dalla produzione in proprio dei principali ingredienti della sua cucina di montagna.
Il suo locale aderisce ora anche al progetto dell’alleanza tra cuochi e presidi ed in particolare si possono trovare tra i suoi piatti quelli preparati con i prodotti dei Presidi: il capicollo azze anca grecanico della Calabria, il pistacchio di Bronte  della Sicilia ed il caciocavallo podolico della Basilicata.  Da tempo questi prodotti sono presenti nella sua cucina, ora il patto che Delfino ha suggellato con Slow food, sarà uno stimolo per comunicare questo progetto dell’alleanza e per inserire anche altri prodotti dei presidi , nati per esprimere la tutela della biodiversità, dei saperi produttivi tradizionali e dei territori.Tutto ciò fa parte del concetto slow food di coniugare il piacere di realizzare grandi piatti con la responsabilità verso chi produce le materie prime. Per un cibo buono, ma anche genuino, naturale, pulito. E non solo: giusto, rispettoso verso chi lo ha prodotto, coltivato, allevato.  A Serrastretta al ristorante Il Vecchio castagno questo criterio è presente da sempre , avendo sposato la filosofia di Slow Food ,scegliendo materie prime locali, rispettando le stagioni, lavorando direttamente con i piccoli produttori, per conoscerli e valorizzarli.

Leave a Reply