Home / Sport / Calcio / Serie A – Pastore argentino

Serie A – Pastore argentino

COMMENTO 7a giornata 2010-2011 – C’è un ragazzo giovanissimo (classe 1989) che sta facendo parlare un paese in cui i giovani vengono riposti nell’armadio, come coperte che prima o poi verranno utilizzate.
Questo ragazzo è argentino e ha un cognome semplice, bucolico: Pastore.
Il cognome muta in prepotente definizione vedendolo giocare a pallone. Pastore conduce il gregge palermitano, non più smarrito da quando c’è lui. Javier è attualmente il più forte trequartista d’Europa. La luce che illumina Palermo, la città bella e oscura. Ha tutto: tiro micidiale, dribbling funambolico tipico degli argentini di livello, visione di gioco a 360° gradi e passaggio alla Pirlo dei tempi belli.
Già da gennaio tutte le grandissime d’Europa faranno a pugni pur di averlo. Per intenderci, il Real quest’estate ha puntato forte su Ozil, talentino turco-tedesco. Pastore è tre volte più forte, ma sì, mi sbilancio. Sarà uno dei grandissimi protagonisti delle prossime 4/5 stagioni.
Insieme a Krasic, la dinamo che sta cercando di riavviare la Juventus, rimasta senza batteria dall’addio di Nedved.
Milos in corsa è una furia paragonabile ai personaggi di “Ken il Guerriero”, incontenibile. I difensori del Lecce rimpiangono il giorno in cui hanno scelto di giocare a pallone, si consuma quasi una tragedia sulla fascia.
Splendido l’altruismo con cui consegna la storia a Del Piero. Accostato a Boniperti, la leggenda della Juve, “LA” maglia bianconera.
In testa c’è ancora la Lazio, i discepoli stanno seguendo scrupolosamente le indicazione del “Profeta” Hernanes. Il verbo viene divulgato anche fuori Roma, nella profana Bari ad esempio. Hernanes ha persino convinto Floccari di essere Boksic.
Dietro insegue il duo delle milanesi. Se il Milan è a conduzione carioca, l’Inter è tenuta per mano da un fuoriclasse garbato che segna a ripetizione, anche contro il razzismo.
Samuel Eto’o, oltre alla consueta lezione di classe, dà una bella lezione anche ai tifosi del Cagliari che cercano di intimidirlo con fischi beceri. Il razzismo è figlio dell’ignoranza e della paura per il diverso.
Il Prof. Eto’o, docente di calcio contemporaneo, guarda in faccia gli scolaretti cagliaritani e spiega loro cosa voglia dire fare il centravanti.

Antonio Soriero

4 comments

  1. Pastore è davvero un fenomeno. Se il Palermo lo tiene, diventa una grande!

  2. Vi assicuro, io che vivo a Palermo, che almeno fino alla stagione 2011/2012 Javier rimarrà con noi.
    Lo ha dichiarato lui, lo ha promesso il presidente e in questi giorni stanno preparando il prolungamento del contratto (con annesso raddoppio dell’ingaggio ).
    E’ un fenomeno, mai visto giocare dal vivo un calciatore cosi, e di partite in giro per l’Italia ne ho viste…

  3. Speriamo, è un patrimonio del campionato italiano

Leave a Reply