Home / Locale / Calabria / Satriano / Satriano: la strega, il re, i sudditi e il pozzo

Satriano: la strega, il re, i sudditi e il pozzo

Satriano, Piazza Spirito Santo vista dall'alto

SATRIANO

Fabio Guarna

– Si dibatte a Satriano sul bando di gara attraverso lo strumento del project-financing per la realizzazione di un acquedotto in località Caria. Il bando è stato revocato dall’Amministrazione Comunale per consentire una migliore definizione dei punti dello stesso attraverso i suggerimenti che potranno arrivare da più parti, dalla minoranza a soggetti esperti in materia etc. Nonostante per far ciò sia stato predisposto dunque un tavolo per la discussione, le polemiche non sembrano finire. Ad avviarle era stato un manifesto della minoranza, affisso prima che venisse revocato il bando, ma nonostante l’esito del consiglio comunale convocato dalla maggioranza sembrava avesse definitivamente chiuso le polemiche, va rilevato che invece esse non si sono affatto placate. E’ stato l’ex sindaco Domenico Battaglia che in un’intervista andata in onda su telejonio le ha riacceso le polemiche. Sulla questione – a dire il vero – mi sono  fatto un’idea, ma per ragioni di opportunità in quanto preposto a informare i cittadini di quanto sta avvenendo e soprattutto registrare le varie posizioni, preferisco astenermi. L’argomento acqua però mi richiama alla mente una vecchia fiaba che ho ascoltato qualche volta che può fare al caso non solo per la questione in corso ma anche per altre passate in cui maggioranza e minoranza si sono instancabilmente combattute. Si racconta che in un regno una strega decise di mettere del veleno nel pozzo dove i sudditi erano soliti attingere l’acqua per dissetarsi. L’effetto venefico produceva pazzia, cosicché ben presto tutti i sudditi del regno divennero folli tranne il loro re che non aveva ancora bevuto l’acqua del pozzo.  Il popolo però colpito dalla follia interpretava gli atti del suo saggio re negativamente tanto che voleva spodestarlo. Passò un po’ di tempo quando ormai il popolo era deciso a cacciare il suo re così “incapace di governare”. Ma il re intanto aveva bevuto l’acqua dal pozzo e fu colpito dalla pazzia. Cominciò dunque a governare sotto gli effetti del veleno della strega. A quel punto tutti i sudditi gridarono: il re è guarito, viva il re. !! Tornando alle questioni satrianesi vi è da chiedersi: vuoi vedere che qualche strega ha buttato il veleno che porta alla pazzia nel pozzo? E se è così, chi è stato il primo a berla: il re o i sudditi?

Leave a Reply