Home / Cinema / Film / The fighter

The fighter

Locandina del film The fighter
The fighter

Titolo originale: The fighter
Genere: Drammatico
Origine/Anno: Usa – 2010
Regia: David O. Russell
Sceneggiatura: Scott Silver, Paul Tamasy, Eric Johnson
Interpreti: Mark Wahlberg, Christian Bale, Amy Adams, Melissa Leo, Dendrie Taylor, Jack McGee, Jenna Lamia, Erica McDermott, Salvatore Santone, Chanty Sok
Montaggio: Pamela Martin
Fotografia: Hoyte Van Hoytema
Musiche: Michael Brook
Scenografia: Judy Becker
Costumi: Mark Bridges
Giudizio: 7

Trama: Pugile trentenne allenato dal fratello – a sua volta ex pugile, promessa mancata della boxe e tossicomane – vive una complicata situazione familiare dividendosi tra ring e cantieri stradali, in cui lavora come operaio. Dopo una serie di incontri sbagliati, ha finalmente l’occasione della vita: concorrere per il titolo mondiale dei pesi welter.

Recensione: Tratto da una storia vera, il film racconta la vicenda dell’ascesa di Micky Ward che, da picchiatore del ring, diventa un pugile tattico e maturo, capace di stupire pubblico e commentatori e di risollevare le sorti di incontri che sembravano compromessi.
Il film ricorda a tratti la saga di Rocky (anche se richiama per vari aspetti un po’ tutta la letteratura del genere, da Scorsese ad Eastwood). Anche qui un pugile proveniente dai bassifondi, generoso incassatore che viene fuori nel finale, forte della sua voglia di riscatto, del sostegno della fidanzata e di una incrollabile volontà (in questo sport non bisogna mai arrendersi, dirà Micky dopo un incontro), si trova inaspettatamente davanti l’occasione della vita: il match per il titolo mondiale. Ma stavolta la vicenda è più articolata (e meno spettacolarizzata).
Micky deve lottare non soltanto per ritrovare la fiducia in se stesso, far dimenticare la sua fama di “pugile-trampolino” e riscattare una carriera macchiata da 7 sconfitte che pesano come un macigno; ma anche – sostenuto in questo dalla sua ragazza, la volitiva ed energica Charlene – per emanciparsi da una famiglia-clan che ne pretende la totale fedeltà e la massima abnegazione, con una madre-agente che non esita a farlo salire sul ring ed a farlo combattere in incontri improbabili con pugili più pesanti di lui di dieci chili pur di portare a casa la borsa concordata.
Al tempo stesso però, Micky ha bisogno del sostegno della famiglia, che pure lo ha visto fino a quel momento come una sorta di gallina dalle uova d’oro, per affrontare la prova finale. Ha bisogno della vicinanza e dei consigli tattici del fratello Dicky, ex promessa del pugilato, dipendente dal crack e noto per un combattimento con Sugar Ray Leonard che ha portato la piccola cittadina del Massachusetts in cui vive alla ribalta delle cronache; ha bisogno dell’affetto e della considerazione della madre Alice, che fino ad allora lo ha più o meno consapevolmente solo sfruttato compromettendone la carriera. Ed ha bisogno soprattutto di fare in modo che il sostegno della sua famiglia non allontani Charlene, nel rapporto con la quale trova la forza per concedersi una seconda possibilità col pugilato e riprovarci a trentun anni.
Vincitore di due oscar per i migliori attori non protagonisti (quello meritatissimo di Christian Bale/Dicky, che con una interpretazione istrionica e perfettamente nel personaggio ruba spesso la scena al protagonista, e quello di Melissa Leo/Alice, credibile e realistica nel suo isterico egoismo e nella sua fragilità), The fighter è una pellicola di genere in cui il déjà vu è sempre in agguato; ma rimane un film appassionante e spettacolare, che riesce a dare lo spaccato di una realtà sociale depressa della provincia americana, delineando nel contempo una complessa vicenda familiare ed una entusiasmante storia di riscatto.

Gianfranco Raffaeli

Leave a Reply