Home / Sport / Calcio / Udinì

Udinì

C’è un mago che sta esprimendo il meglio del suo repertorio sui campi di Serie A.
È un ex bambino prodigio, cresciuto, ma ancora giovanissimo, che sta rendendo l’Udinese una sorta di Barcellona in miniatura.
Il ragazzo si chiama Alexis Sanchez, cileno, erede di una grande tradizione calcistica che ha visto in Salas e Zamorano gli elementi “di punta” (è proprio il caso di dirlo).
Sanchez ricorda moltissimo Cristiano Ronaldo, sia per la prestanza fisica che per l’abilità tecnica.
L’Udinese ha scommesso sul ragazzino quando già precocissimo in Cile lo chiamavano “El nino maravilla”.
In effetti il suo gioco è meraviglioso,magico: la galoppata di Cagliari è solo l’ultimo dei tanti goal da cineteca realizzati quest’anno.
Ricordate cosa ha combinato a Palermo?
Delio Rossi non lo dimenticherà di certo…..
Di Sanchez e di altri due supereroi avrebbe bisogno la Juve che saluta come un successone il pareggio a Cesena….
Anche in questa circostanza la squadra rivale, il Cesena appunto, è sembrata più tonica e più tecnica della Juve.
I bianconeri hanno un organico tra i peggiori della serie A, ormai è pacifico.
Bonucci, Motta e Iaquinta faticherebbero a giocare da titolari in B e, al di là del nome glorioso, ben poco resta a questa compagine di Torino, molto, troppo normale per essere la Juve.
Il capolavoro dirigenziale, mai definitivamente raggiunto in questi anni, è stato alla fine completato dall’arrivo di Delneri che riesce ad abbinare sciagurate scelte tattiche alla pochezza tecnica degli uomini che ha a disposizione.
Giornata anomala: il Milan soffre con il Bari. Il grande pupillo di Bari vecchia, Antonio Cassano, toglie le castagne dal fuoco e trafigge gli amati galletti, ma l’impressione è che il Milan abbia accusato la botta di Londra.
I rossoneri, con 5 punti di vantaggio sull’Inter, sono comunque i favoriti d’obbligo per lo scudetto, la strada tuttavia sembra ancora molto lunga.
Risorge a Parma il Napoli, i ragazzi di Mazzarri vogliono la Champions e la meritano.
La stagione, anche dopo Villarreal e Milan, resta strepitosa.

Antonio Soriero

Leave a Reply