Home / Mondo / Osama Bin Laden morto: domande e risposte

Osama Bin Laden morto: domande e risposte

MORTE DI BIN LADEN – ISLAMABAD – Era proprio Bin Laden? Dove si nascondeva quando lo hanno ucciso e chi lo ha ucciso? E ancora: Come hanno fatto a scovarlo? Quante persone sono morte? Sono tante le domande che alla notizia dell’uccisione del leader di Al Qaida si sono iniziate a fare e ora cominciano a trovare risposte ufficiali. Andiamo per ordine: dai test del dna effettuati sulla vittima secondo fonti ufficiali, si tratta al 99.9% del corpo di Bin laden che è finito in mano agli americani i quali hanno rispettato la tradizione musulmana seppelendolo in mare ma non rivelando dove esattamente. Quando lo hanno ucciso lo “sceicco del terrore” si trovava  nel compound Abbotabad in un complesso residenziale di lusso tenuto strettamente sotto controllo da minacce esterne dove vivevano anche diversi militari pachistani in pensione; nel complesso non era accessibile la rete internet. L’uomo è stato ucciso da un commando Usa che ha ricevuto il preciso ordine di eliminarlo e non di catturarlo. Sono riusciti a trovarlo grazie ad un corriere che lo ha tradito e ha permesso alle forze statunitensi che erano sulle sue tracce da tempo di localizzarlo perfettamente. Dell’uomo non sono state rese note le generalità. L’uccisione è avvenuto dopo un breve conflitto a fuoco nel quale – avrebbero (ancora usiamo il condizonale) perso la vita cinque persone. Ma di domande pronte a essere fatte ce ne sono ancora. Intanto Leon Panetta ha lanciato il massimo allarme terrorismo sostenendo che “quasi certamente” al Qaeda tenterà di vendicare l’uccisione di Osama Bin Laden. L’organizzazione terroristica ha immediatamente nominato il suo successore nella persona di Al Zawahiri.

Lascia un commento