Home / Mondo / Strage Utoya in Norvegia e la "verità nascosta" riportata da Irib

Strage Utoya in Norvegia e la "verità nascosta" riportata da Irib

STRAGE DI UTOYA – Il titolo comincia così: “ecco la verita nascosta…” ed è una supposizione  controcorrente che – a dire il vero – si è soliti trovare su eventi che accadono nel mondo sul sito dell’agenzia stampa Irib, il servizio ufficiale di trasmissioni internazionali dell’Iran. L’agenzia parte, mettendolo in evidenza (link articolo), da un dato sul massacro compiuto da Andres Behring Breivik:  “la strage in Norvegia ha scosso il mondo … l’opinione pubblica mondiale è stata subito sommersa da una valanga di filmati, foto, notizie, reportage, interviste e resoconti … ma tra tutti i grandi media una breve ma particolare analisi fatta dal sito iraniano Alef è quasi rimasta trascurata”. Secondo quanto si legge sull’Irib, redazione italiana, non andrebbe sottovalutata la circostanza che l’attacco è stato diretto verso un gruppo di “giovani laburisti che avevano sollecitato il boicotaggio d’Israele” e che “il massacro avviene nel momento in cui il governo del premier Stoltenberg stava decidendo di riconoscere lo stato indipendente palestinese”. Si chiede Irib: “è un feroce avvertimento a tutti gli altri paesi che lo vogliono fare?”  Le autorità dunque nasconderebbero i veri motivi della strage per coprire i veri responsabili? Vero è che l’informazione in occidente è così rapida e di conseguenza completa che sembrerebbe molto difficile riuscire in una simile operazione di censura. Si tratta di una tragedia, che benché sia ancora piena di interrogativi, è auspicabile che non finisca nel gioco delle strumentalizzazioni.

Leave a Reply