Home / Locale / Calabria / Satriano / In ricordo di Vincenzo Chiaravalloti

In ricordo di Vincenzo Chiaravalloti

SATRIANO – Adesso dall’alto starà guardando i suoi compaesani con i quali ha condiviso tanti bei momenti. Vincenzo Chiaravalloti, “il ragioniere” come lo conoscevano tutti se n’è andato a 66 anni. Era stato amministratore comunale. Ai suoi familiari esprimiamo sentite condoglianze e riportiamo in suo ricordo per intero il comunicato delll’Associazione il Campo che rappresenta una testimonianza di affetto e stima per l’amico “Vicè”. I funerali si svolgeranno il 6 settembre alle ore 16:00 a Satriano centro presso la Chiesa Santa Maria di Altavilla.

Segue comunicato:

“Vincenzo non ce l’ha fatta.”
Con queste poche parole, scarne e inesorabili, ci è stata annunciata la morte del ragioniere Chiaravalloti.
Vincenzo era per tutti “il Ragioniere”.
Non perché “tenia i cunti”, come si dice a Satriano di chi si limita a esercitare l’arte del pettegolezzo, ma perché ragioniere era sul serio e anche stimato per le sue qualità lavorative.
Bonario, espansivo, simpatico, aveva imparato la goliardia negli anni di permanenza a Firenze, per lui indimenticabili. E forse, anche grazie alla capacità toscana di sdrammatizzare, riusciva a sopportare le difficoltà della vita.
Sembrava talvolta un personaggio di Monicelli, uno dei protagonisti del film “Amici miei”, una persona umana, davvero.
Vincenzo si è spento a pochi giorni dal suo compleanno, che negli anni scorsi aveva rappresentato un appuntamento fisso nel settembre satrianese.
Per l’occasione amava organizzare una grande festa nella sua casa di campagna. E lì si divertiva a festeggiare con gli amici più intimi, la causa principale della sua vita: dava tutto per gli altri, non si risparmiava.
Così come non aveva risparmiato l’impegno politico e sociale, per lungo tempo.
Noi ricordiamo anche la partecipazione alle attività dell’Associazione Il Campo, culminata con l’organizzazione di un bel convegno sullo sviluppo di Satriano e sulle prospettive del porto nella zona marina, alla vigilia delle elezioni che hanno portato alla nuova Amministrazione comunale.
Con Vincenzo se ne va l’anima di Satriano più originale, forse più coraggiosa, perché fuori dagli schemi di pregiudizi e conformismi .
Caro ragioniere, come tutte le persone troppo generose, non hai sempre ricevuto in tempo i giusti riconoscimenti.
Oggi lasci un ricordo della tua persona che va custodito con rispetto e con affetto.
Ti sia lieve la terra.

Gli amici dell’Associazione IL CAMPO idee per il futuro

Catanzaro, 5 settembre 2011

Lascia un commento