Home / Mondo / Barack Obama per l'Italia fa parole non fatti. Per il momento

Barack Obama per l'Italia fa parole non fatti. Per il momento

BARACK OBAMA DISCORSO AGLI ITALIANI – La notizia è su quasi tutti i media online italiani in evidenza. E non potrebbe essere diversamente perché si tratta delle affermazioni di Barack Obama pronunciate davanti al Niaf una delle principali organizzazioni italo-americane negli Stati Uniti. Il Presidente degli Usa ha cominciato il suo discorso in lingua italiana esordendo con “Viva l’Italia”, quindi parlando in seguito in inglese ha detto fra le altre cose (traduciamo) “l’Italia è uno dei maggiori alleati degli Stati Uniti e la prossima settimana lavoreremo insieme al G20 assumendo una serie di decisioni importanti per l’economia mondiale”. All’evento c’era anche Giulio Terzi, ambasciatore ed Emma Marcegaglia, leader di confindustria a cui Obama si è rivolto dicendo “è bello vedere così tanti amici” (ha usato la parola amici e non friends). La circostanza che Obama ha usato termini della lingua italiana è diventato il leit motivi di molti articoli che riprendono la notizia. Barack che è un maestro di comunicazione, evidentemente ha usato nel suo intercalare la lingua di Dante, non solo perché avrebbe colpito la platea fatta da italiani, ma anche perché in questo modo il rimbalzo della notizia avrebbe potuto rendere la sua immagine più familiare agli italiani in Italia ma anche agli Italiani negli States, dove il prossimo anno si voteranno le presidenziali. E Barack da buon comunicatore, presentandosi nella veste di filoitaliano non ha mancato di citare la nostra cucina (non so cucinare come voi) e tanti personaggi illustri della nostra nazione: da Colombo a Sofia Loren e Di Maggio. Come dire: per il momento Obama ha scelto di manifestare vicinanza agli italiani con le parole, adesso bisognerà vedere se seguiranno i fatti.

Fabio Guarna

Leave a Reply