Home / Notizie / Lucio Magri: addio al segretario del PduP per il comunismo

Lucio Magri: addio al segretario del PduP per il comunismo

LUCIO MAGRI – Lucio Magri è morto a 79 anni in Svizzera dove si è recato per un suicidio assistito. Il giornalista e politico italiano che fu segretario del Partito di Unità Proletaria per il comunismo fondato nel 1974 si è spento a Zurigo. Il Pdup nato dall’unificazione del Pdup con il gruppo de “Il Manifesto”  tenne il suo primo congresso a Bologna nel 1976 in cui si attestarono tre posizioni, la prima di Lucio Magri e Rossana Rossanda del Manifesto (maggioritaria 47,34%), la seconda del Psiup di Miniati, Foa e Capanna (43,48%) e la terza di Luigi Pintor (9,18%). Lucio Magri divenne il segretario del partito. Alle elezioni politiche del 1976 il Pdup per il comunismo si presentò insieme ad altre forze della sinistra sotto il simbolo di “Democrazia Proletaria”. Furono eletti 6 deputati sotto il simbolo di “Dp” fra cui Lucio Magri. Magri diede vita nel 1969 a “Il Manifesto” in origine rivista politica e mensile divenuta in seguito quotidiano. Oggi “Il Manifesto” ricorda Luigi Magri dedicandogli ampio spazio.

Leave a Reply