Home / Mondo / Clima: in Sudafrica sì a intesa globale dal 2020. 17/a Conferenza Mondiale adotta Piattaforma di Durban

Clima: in Sudafrica sì a intesa globale dal 2020. 17/a Conferenza Mondiale adotta Piattaforma di Durban

ACCORDO SUL CLIMA – C’è ottimismo negli ambienti mondiali attenti alle problematiche ambientali dopo gli atti prodromici all’adozione di un accordo globale salva-clima stabilita alla 17/a Conferenza mondiale sul clima che si è tenuta a Durban in Sudafrica. L’intesa dovrà essere concorda entro il 2015 ed entrerà in vigore dal 2020.
PIATTAFORMA DI DURBAN
Per l’elencazione dei punti tecnici dell’accordo è stato dato mandato ad un gruppo di lavoro in base alla cd “piattaforma di Durban” che inizierà subito a procedere nel lavoro dal 2012, quindi con l’arrivo del nuovo anno ormai vicino.
ACCORDO GLOBALE ENTRO IL 2015
Il gruppo dovrà definire l’accordo entro il 2015 con l’obiettivo principale di elevare il livello di riduzione. Ancora non è stato definito dal punto di vista tecnico giuridico come dovrà essere stilato l’accordo che però ci si è riservati di definire successivamente.
KYOTO2
Durante la 17/a Conferenza mondiale sul clima è stato rovato anche un accordo per il Kyoto 2 dopo il 2012 che riguarderà in sostanza l’Europa e pochi altri paesi industrializzati alla luce del fatto che Canada, Russia e Canada si sono detti contrari al secondo periodo stabilito dal protocollo. Il Kyoto2 servirà da viadotto verso l’accordo mondiale con obiettivo fra gli altri di tranistare nella battaglia mondiale contro il cambiamento climatico o più in generale contro il global warming anche Cina, Brasile e India. Senza mettere da parte gli Usa che non hanno mai approvato il primo periodo di Kyoto.
FONDO VERDE
La Conferenza mondiale ha dato anche l’ok all’operativa del Fondo Verde per venire incontro ai paesi in via di sviluppo per sostenere azioni contro il riscaldamento globale. Si tratta di un fondo di 100 miliardi di dollari al 2020
DURBAN / COPENAGHEN
Adesso si discute se la conferenza tenutasi in Sudafrica sarà più utile di quella di Copenaghen che non concluse molto, lasciando molto nel vuoto e attirandosi così molte critiche.

Leave a Reply