Home / Locale / Calabria / Soverato / Soverato, si è spento Don Leo Marino

Soverato, si è spento Don Leo Marino

Don Leo Marino in occasione di una visita a Soverato insieme ad alcuni ex-allievi salesiani

SOVERATO – Si è spento Don Leo Marino, stimato e apprezzato educatore salesiano, docente e preside per decenni dell’Istituto di Don Bosco Soveratese. Per ricordarlo giovedì 5 gennaio alle ore 18.00, nella Parrocchia Santa Maria Immacolata di Soverato Marina, sarà celebrata una santa Messa in suo suffragio cui parteciperanno i membri della famiglia salesiana e tanti Exallievi del docente preside.La notizia della morte di Don Leo, resa nota dai salesiani della cittadina jonica  in una nota ha colpito molti a Soverato dove tanti lo hanno conosciuto e apprezzato per le sue doti. Don Leo trasferito dalla città dopo avere prestato la sua opera di educatore salesiano per decenni è sempre rimasto attaccato alla sua Soverato. Qualche anno era tornato nella cittadina jonica in occasione del suo 90° compleanno per una “rimpatriata” di qualche giorno ed era stato accolto da una grande folla di ex-allievi, estimatori, collaboratori nel cortile dell’Istituto ritrovatisi per rendergli omaggio e porgere una testimonianza di stima e di affetto al sacerdote educatore tornato dopo più di venti anni nella cittdina jonica dove aveva svolto gran parte del suo apostolato salesiano e del suo straordinario magistero di docente e dirigente scolastico del ginnasio liceo di Don Bosco. Primo preside salesiano da quando l’organizzazione di Don Bosco decise di separare le funzioni, prima unificate, di direttore di Istituto e di Preside delle scuole ivi funzionanti, don Marino Leo (che già era stato a Soverato da chierico e docente di lettere) ha diretto il ginnasio-liceo dell’Istituto di Soverato, ininterrottamente, per oltre ventisei anni svolgendo contemporaneamente nel triennio del liceo le funzioni di insegnante di italiano. Insignito a suo tempo di medaglia d’oro dal Ministero della Pubblica Istruzione, molto stimato dai suoi allievi e dalla comunità soveratese e calabrese in genere (mette conto ricordare che per molti anni l’Istituto Salesiano ha funzionato con convitto annesso frequentato dal fior fiore della gioventù della nostra regione) Don Leo, tornato a Soverato fu molto lieto di accogliere i suoi ex allievi ed estimatori concelebrando per essi insieme ai salesiani una Santa Messa nella Chiesa di Sant’Antonio. Gli ex allievi prima della celebrazione della sacra funzione  fecero omaggio all’illustre presule di una targa commemorativa dell’evento. Un ex allievo, il giornalista Fausto Taverniti, fece omaggio al suo docente di una penna Mont-blanc della sua collezione (foto).

Fabio Guarna

Lascia un commento

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi