Home / Notizie / Charles Dickens: alcuni aforismi

Charles Dickens: alcuni aforismi

CHARLES DICKENS FRASI – Di Charles Dickens, il grande scrittore e giornalista britannico a cui Google ha dedicato il Doodle del 7 febbraio 2012 in occasione del bicentenario della nascita, si ricordano anche tanti aforismi. Sul web sui siti che si occupano della raccolta di frasi celebri di personaggio famosi, Dickens è spesso presente e conta molte citazioni che sono estratte prevalentemente dai suoi scritti. Abbiamo passato in rassegna gli aforismi che si attibuiscono a Charles  Dickens e ne abbiamo scelti alcuni riportandoli  di seguito tradotti in italiano: 1. Se non ci fossero persone cattive non ci sarebbero buoni avvocati (fonte: La bottega dell’antiquario); 2. Ammetto di essere una spia, e ciò è considerata una condizione disdicevole, ma qualcuno deve pur farlo (fonte: Tale of two cities); 3. Ci sono corde nel cuore umano che sarebbe meglio non fare vibrare (fonte: Barnaby Rudge); 4. Era vero, “disse il signor Barkis”, come sono vere le tasse. E niente è più vero delle tasse (fonte: David Copperfield); 5. “In queste circostanze è sempre meglio seguire quello che fa la folla”. “Ma supponi che ci siano due folle”, suggerì Snodgrass. “Urla quello che sta urlando la folla più grossa”, ribattè Pickwick. (fonte: Il circolo Pickwick); Perugia, munita di grandi mezzi di difesa dalla natura e dalla mano dell’uomo, sorge improvvisamente su di un’altura (fonte: Pictures from Italy).