Home / Mondo / Consiglio d'Europa: tragedia immigrati nel Mediterraneo, Italia doveva coordinare i soccorsi

Consiglio d'Europa: tragedia immigrati nel Mediterraneo, Italia doveva coordinare i soccorsi

CONSIGLIO D’EUROPA – Nel marzo del 2011, 63 immigrati persero le vita nel Mediterraneo e l’Italia se ne deve assumere la responsabilità per non avere assunto immediatamente il coordinamento delle operazioni di salvataggio. Lo si apprende leggendo le pagine del rapporto del Consiglio d’Europa a seguito dell’istruttoria portata avanti sulla tragedia. Istruttoria la cui conclusione, approvata dal comitato per l’immigrazione dell’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, stabilisce che l’Italia essendo stato il primo Stato ad avere ricevuto la richiesta di soccorso e sapendo bene che la Libia in quel momento non era nelle condizioni di poter intervenire, avrebbe dovuto assumere immediatamente il controllo delle operazioni di salvataggio. Nel resoconto si stigmatizza anche l’atteggiamento neghittoso della Nato e dei singoli Dtati che hanno partecipato all’attacco in Libia e che in quel momento disponevano di diverse navi nel tratto di Mediterraneo dove si è consumata la tragedia.