Home / Locale / Calabria / Soverato / Soverato, "Verso la città ideale" di Gianni Calabretta, inguaribile innamorato della Perla dello Jonio

Soverato, "Verso la città ideale" di Gianni Calabretta, inguaribile innamorato della Perla dello Jonio

Gianni Calabretta

SOVERATO – Il titolo del libro è “Verso la città ideale” – “Storie e leggende sulla nascita e sulla pianificazione urbanistica di Soverato con una proposta per il futuro” e l’autore è un innamorato della protagonista. Un inguaribile innamorato della Perla dello Jonio da sempre, da quando bambino, girava per la città accanto al suo papà, Antonino Calabretta, sindaco per oltre venti anni. L’autore di cui scriviamo si chiama Gianni Calabretta nato a Soverato, laureato in ingegneria civile all’Università degli studi di Pisa con la tesi “Studi sull’assetto territoriale della Regione Calabria in relazione al problema dei trasporti. Proposta di integrazione della grande viabilità e verifica di fattibilità”. Gianni – così lo conoscono i suoi concittadini – è stato anch’egli come il padre, sindaco della città esercitando le funzioni di primo cittadino dal 1993 al 2001  sostenuto dal movimento “Pedalando Volare”. Il suo libro, lui preferisce chiamarlo “libricino” forse per le dimensioni, ma, aggiungiamo noi, non certo per i contenuti, è edito da cittacalabriaedizioni, la prefazione è curata dal preside Gerardo Pagano (anch’egli in passato sindaco della città) e uscirà nel mese di agosto. Si tratta di un argomentato studio della città sotto un profilo prevalentemente urbanistico e sugli effetti che l’uso del territorio può produrre nel bene e nel male nella vita di ogni cittadino. Il leit motiv del libro per chi ha avuto l’occasione di sentirne qualche passo, essendo stati anticipati in una splendida relazione tenuta durante la precedente campagna elettorale nella sede di “Interessi collettivi” sembra una dichiarazione d’amore dell’autore per la città ma al tempo stesso anche una lucida e tecnicamente impeccabile analisi della pianificazione urbanistica guidata dagli strumenti urbanistici elaborati a partire dagli anni sessanta. Quindi la cronaca dei tentativi di pianificazione degli anni novanta fino ai giorni nostri e l’elencazione di alcune idee progetto per il futuro. – Fabio Guarna