Home / Mondo / Julian Assange: Ecuador concede asilo politico al fondatore di Wikileaks

Julian Assange: Ecuador concede asilo politico al fondatore di Wikileaks

JULIAN ASSANGE ASILO POLITICO CONCESSO – La notizia ufficiale è stata attesa per diverso tempo, anche se pochi dubitavano potesse essere diversa dalle aspettative: l’Ecuador ha concesso l’asilo politico a Julian Assange. La conferma è arrivata dal ministro degli Esteri di Quito, Ricardo Patino durante una conferenza stampa. Dalle prime news rimbalzate in tempo reale sul web e in diretta su diversi organi di informazione internazionali, l’Ecuador avrebbe chiesto garanzie alla Svezia su cui pendono le accuse di stupro nei confronti di Assange, che il fondatore di Wikileaks non sarebbe stato estradato negli Usa una volta giunto dalla Gran Bretagna. Ma dal paese scandinavo non è arrivata alcune garanzia in tale senso e ciò rafforzerebbe la decisione assunta dal governo ecuadoregno di concedere asilo politico. E’ da più di 50 giorni che Assange si trova nella sede diplomatica di Knightsbridge. Adesso si pone un problema di diritto internazionale perché è nelle intenzioni del governo britannico non autorizzare alcun ponte diplomatico (il cd salvacondotto) per Julian Assange che una volta sul territorio britannico verrebbe fermato dalle autorità. Negli Usa se, estradato dalla Svezie, le accuse per il fondatore del sito di intelligence, sarebbero molto gravi. Lo spionaggio è severamente punito negli States.