Home / Sport / Calcio / Serie A – Pazzo senza fondo

Serie A – Pazzo senza fondo

COMMENTO 2 GIOTNATA 2012/2013 – Si presenta con una tripletta, sporca, da opportunista di razza.
Una tripletta alla Inzaghi che infiamma i tifosi milanisti, per anni ai piedi del bomber piacentino, lo specialista dei rimpalli, dei tap-in, delle deviazioni casuali.
Pazzini si traveste da Pippo e permette al Milan di stendere un misero Bologna.
I felsinei, orfani del “canadese” Di Vaio, non riescono a impensierire la difesa rossonera, oggetto degli sberleffi dell’ultimo calciomercato.
Così i rossoneri passano, Pazzini annota già tre goal nella classifica marcatori e sfuma pian piano la profezia di Cassano sull’affarone fatto dall’Inter nello scambio con gli odiati cugini.
Ottima la Roma di Zeman, capace di schiantare al Meazza Stramaccioni & co..
Osvaldo è autore di un goal straordinario su assist geniale di Totti.
Un goal da scuola di Coverciano, di quelli che Strama avrà visto molte volte sulle lavagnette: rasoiata filtrante dell’attempato Pupone, difesa spaccata e tocco morbidissimo in pallonetto dell’oriundo argentino.
Il gioco offensivo di Zeman è sempre stato all’avanguardia, maturando, a 65 anni suonati, sembra aver finalmente trovato la formula magica per chiudere gli spiragli difensivi.
Si conferma su eccellenti livelli la Juve. I campioni d’Italia superano facilmente un’Udinese rimasta in dieci dai primi minuti per fallo di Brkic su Giovinco in area.
Rigore trasformato da Vidal, e partita incanalata sul binario juventino.
Il Napoli ha la meglio su un’ottima Fiorentina.
Di questi tempi battere i viola non è facile per nessuno, la vittoria di ieri rende quindi ancora più chiaro il valore della squadra di Mazzarri.
Un Hamsik sontuoso, come spesso capita all’inizio dei campionati, apre le marcature. Dzemaili raddopppia e a nulla serve il goal del momentaneo 2-1, firmato dal solito Jovetic.
Il montenegrino si candida a essere il calciatore più forte della serie A, Cavani permettendo.

Antonio Soriero