Home / Mondo / Frank Zamboni: un doodle di ghiaccio per lo sviluppatore della Rolba

Frank Zamboni: un doodle di ghiaccio per lo sviluppatore della Rolba

Google Doodle - Frank Zamboni
Google Doodle – Frank Zamboni

FRANK ZAMBONI DOODLE GOOGLE – La prima impressione di chi capiterà (e saranno tanti) di cimentarsi con il Doodle video-game che Google ha deciso di mettere in home page mercoledì 16 gennaio 2013, sarà quella di un rompicapo. Perché il giocatore si continuerà a chiedere perché parte della home page di Mr G si è trasformata in una pista di ghiaccio che viene battuta da un gruppo di persone per quindi apparire una macchina pronta livellarla per la cui guida è necessario spostare le frecce cursore. Ma è proprio la ice resurfacer (letteralmente rettificatore di ghiaccio) ovvero la macchina creata da Frank Zamboni di cui ricorre il 112° anniversario della nascita, (è deceduto nel 1988) la protagonista del Doodle.
Fu proprio Frank Joseph Zamboni, Jr, infatti, immigrato italiano di cui è possibile apprendere tante notizie sulla sua vita da Wikipedia, ma non curiosamente da Wikipedia Italia dove non c’è ancora una pagina a lui dedicata, l’inventore della Ice Resurfacer. La sua vita professionale è stata un continuum di studi su come sviluppare questo tipo di macchine che presero iniziò sin dal 1949. Macchine levigatrici di piste di ghiaccio che presero il suo nome, anche se in Europa la macchina usata per pulire e levigare la superficie di una pista di ghiaccio viene chiamata Rolba come l’omonima ditta svedese produttrice di spazzaneve.
Tornando al doodle dinamico, una volta concluso il video-games si può condividere il contenuto e il punteggio ottenuto su Google Plus, ripetere la parita o cliccando sulla lente di ingrandimento ottenere i risultati della chiave di ricerca “Frank Zamboni”.

Il 16/01/2013 (successivamente a quando lo avevamo fatto notare nel presente post (cfr. supra) viene inserita su Wikipedia Italia, la versione italiana della voce enciclopedica dedicata a Frank Zamboni sino a quel momento presente solo su Wikipedia di altri paesi e quindi in altre lingue.