Home / Notizie / Mary Leakey e la storia di Cindy, George, Johnny e Twiggy

Mary Leakey e la storia di Cindy, George, Johnny e Twiggy

Google Doodle - Mary Leakey
Doodle – Mary Leakey

MARY LEAKEY – Chi era l’homo habilis, ovvero la specie di ominide scoperta da Louis e Mary Leakey, la paleoantropologa inglese che Google oggi 6 febbraio 2013 celebra in occasione del centenario della nascita? Dalla descrizione che segue verrebbe da pensare alla scimmia che appare in “Odissea nello spazio” ad inizio del film. In effetti i frammenti dell’ominide ritrovati dai Leakey e battezzati  “Cindy”, “George”, “Johnny” e “Twiggy” sembra appartenessero ad una specie capace di usare gli utensili di pietra del primo neolitico. Grazie a questa qualità, per l’epoca davvero straordinaria, l’homo habilis sarebbe sopravvissuto alle insidie del tempo molto pericolose per i primati. L’Homo habilis apparse nel Pliocene e la sua esistenza è collocata fra i 2,4 milioni e 1,5 milioni di anni fa. Tali ominidi sembra fossero quelli più simili ad avere capacità umane e sembra che anche l’organizzazione sociale di tali primati fosse davvero più complessa di altre specie come gli scimpanzè o austrolopitecidi.