Home / Locale / Calabria / Satriano / Soriero insignito "Grande Ufficiale" della Repubblica

Soriero insignito "Grande Ufficiale" della Repubblica

Pino Soriero Grande Ufficiale della Repubblica
Grande Ufficiale della Repubblica

Nella biografia di Wikipedia di Giuseppe Soriero, satrianese doc, alla data del 6 febbraio 2013, manca un dato da aggiornare. Si tratta dell’alto riconoscimento di Grand’Ufficiale della Repubblica che Pino Soriero ha recentemente aggiunto al suo curriculum prestigioso. Riconoscimento per il quale l’Associazione culturale “Il CAMPO idee per il futuro” ha espresso soddisfazione come si apprende da un comunicato diffuso agli organi di informazione che di seguito riportiamo.
“L’Associazione culturale “Il CAMPO idee per il futuro” esprime grande soddisfazione per l’alto riconoscimento conferito a Giuseppe Soriero, che è stato nominato, per espressa volontà del Presidente Giorgio Napolitano, Grand’Ufficiale della Repubblica. La cerimonia per la consegna della onorificenza da parte del prefetto Antonio Reppucci si è svolta a Catanzaro, nella Sala del Palazzo di Governo. Un appuntamento di grande rilievo nella fitta agenda del prefetto, che dopo aver presieduto il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza ha consegnato all’on. Soriero il cofanetto con le insegne di Grande Ufficiale alla presenza degli alti Gradi di tutte le Armi e i Corpi delle forze dell’ordine e della Capo di gabinetto della prefettura Costanza Pino. (v. foto) L’alta onorificenza a Soriero arriva tre anni dopo la Targa al merito assegnata al CAMPO, sodalizio promotore del Progetto di solidarietà tra l’Università di Catanzaro e quella di Nassiriya, nel segno della cooperazione accademica e del dialogo interculturale.
L’attenzione e la sensibilità del Presidente Napolitano nei confronti dell’on. Soriero, sono accolte da tutti i soci dell’Associazione come una dimostrazione di fiducia nei confronti di esperienze che valorizzano il ruolo importante della Città di Catanzaro, Capoluogo di una di una regione che continua a esprimere importanti momenti di solidarietà e impegno civile da parte di Sindaci, Associazioni e organizzazioni del volontariato che propugnano l’integrazione tra culture e popoli diversi. È uno stimolo autorevole ad andare avanti attraverso una ulteriore assunzione di responsabilità a lavorare per contribuire a rafforzare l’immagine di una Calabria più solidale e accogliente, moderna, sicura e forte. È proprio il caso di ricordare che lo stesso Capo dello Stato, ai tempi della sua esperienza al Viminale quale ministro dell’Interno, era sceso in Calabria, affiancato dall’allora Sottosegretario ai Trasporti e alla navigazione Soriero, per accogliere la prima nave di clandestini curdi sbarcata al largo di Soverato e accolta dalle comunità di Badolato e Gagliato. Non formali e molto sentite le parole del Prefetto, che ha sottolineato come il conferimento dell’onorificenza “motu proprio” da parte del Capo dello Stato rappresenti una profonda attestazione di stima nei confronti di una personalità che nella sua attività culturale, parlamentare e di governo si è speso tanto per il bene della sua terra.
Fra le iniziative promosse dall’on. Soriero, si ricorda tra l’altro anche la manifestazione indetta anni fa al Teatro Masciari per sostenere il Comitato Nazionale per la Difesa della Costituzione, presieduto dal Presidente Emerito Oscar Luigi Scalfaro venuto a Catanzaro per la circostanza. L’impegno meridionalista di Soriero prosegue, giorno dopo giorno, con passione civile anche nell’esercizio di funzioni quali quelle di componente dell’ufficio di Presidenza dell’Associazione per lo Sviluppo delle imprese nel Mezzogiorno (SVIMEZ) e di docente del Polo di Scienze Giuridiche dell’Università Magna Graecia di Catanzaro nell’ambito della cattedra di Storia dell’Intervento Pubblico nell’Economia del Mezzogiorno.