Home / Locale / Calabria / Satriano / Satriano, incontro con Massimo D'Alema

Satriano, incontro con Massimo D'Alema

L'arrivo di D'Alema a Satriano
L’arrivo di D’Alema a Satriano

SATRIANO – Nonostante fosse un’ora davvero inconsueta per un’iniziativa politica (ore 14,00 circa), a Satriano erano in tanti ad aspettare l’arrivo di Massimo D’Alema per un saluto alla cittadinanza. Tanta gente ha atteso l’ex Presidente del consiglio (dal 21/10/1998 al 22/12/1999), l’unico dell’ex Pci sino a questo momento, commentando positivamente la figura carismatica del leader e l’autorevolezza del personaggio, tanto che se è vero, come qualcuno ha detto che D’Alema o si ama o si odia, alla seconda categoria a Satriano non sembrava appartenere nessuno dei convenuti. Ad introdurre D’Alema è stato il sindaco di Satriano Michele Drosi, seguito da Pino Soriero, già sottosegretario del governo Prodi e candidato al senato in Calabria nel Pd e da Alfredo D’Attorre, commissario del Partito democratico Calabrese, mentre dopo un po’ arrivava Marco Minniti, candidato capolista al senato nel Pd. D’Alema che, come è noto, non è candidato ma è impegnato a 360 gradi sostenere il centrosinistra, ha lanciato un appello, affiché

Da sinistra Soriero, Minniti, D'Alema, Drosi, D'Attorre
Da sinistra Soriero, Minniti, D’Alema, Drosi, D’Attorre

tutti si impegnino per la vittoria del centrosinistra, unica forza in grado di governare nel futuro il Paese. Non sono mancati gli attacchi alle politiche dei governi del centrodestra che hanno retto il paese negli ultimi 20 anni e soprattutto verso quel partito che ha definito partito del nord, il quale ha amministrato il sud sottraendo peraltro risorse che a quest’ultimo spettavano. Dopo l’intervento, D’Alema si è intrattenuto con la cittadinanza in un ricco buffet offerto dagli organizzatori dell’incontro. Un’ultima annotazione: prima di iniziare il suo intervento D’Alema è stato intervistato da alcuni giornalisti. Dalle domande, in alcuni casi è sembrato – come una volta scrisse Forattini a proposito del leader maximo – che “c’è sempre stata una timidezza reverente nei suoi confronti da parte dei giornalisti”. Speriamo, faccio autocritica, che non ci sia cascato anche l’autore di questo pezzo!!  f.g.