Home / Cinema / Documentario: "Segreti passaggi – Catanzaro Sotterranea"

Documentario: "Segreti passaggi – Catanzaro Sotterranea"

Segreti Passaggi - Giuseppe Racchetta
Segreti Passaggi – Giuseppe Rachetta

CATANZARO – Una città che non ha ancora raccontato tutto di sé stessa. Una storia nascosta, dimenticata e oscurata. Una storia che è custodita in una rete di ambienti ipogei mai studiati e che potrebbe aprire nuovi orizzonti su secoli di una storia che sopravvive – nella leggenda – solo nei racconti dei più anziani. Racconti che non sono stati sufficienti, fino ad oggi, a stimolare l’interesse e l’approfondimento né di studiosi, né delle istituzioni. “SEGRETI PASSAGGI – Catanzaro Sotterranea” giunge a colmare questa lacuna offrendo un’opportunità di conoscenza e rilettura della storia di un borgo che fin dalle origini sempre è stato centro di potere politico,militare e amministrativo. “Segreti Passaggi” è un documentario che analizza un argomento mai affrontato in precedenza e che sviluppa un tema patrimonio della tradizione popolare di Catanzaro. Secondo la tradizione popolare, infatti, il sottosuolo della città vecchia sarebbe un intricato percorso di cunicoli e gallerie le cui origini sarebbero da individuare e rapportare a diverse fasi di vita della storia cittadina. Il lavoro indica e suggerisce possibili approfondimenti e sviluppi d’indagine storica e archeologica. Il documentario apre uno squarcio su un argomento trascurato dalle istituzioni e dagli studiosi e si pone come strumento di risveglio di una coscienza storica della collettività. Diversi i i punti principali su cui si snoda l’attività di ricerca e che rappresentano un’assoluta novità nello studio sulla storia della città, tra cui:
1) La possibilità che il sottosuolo possa nascondere un antico, e mai documentato, sistema di canalizzazione dell’acqua che affonderebbe le origini nei primi anni di sviluppo del borgo e che potrebbe aprire squarci nuovi sulla storia delle origini e su un’ interessante ipotesi di commistione tra cultura bizantina e araba.
2) La possibilità di aver individuato uno dei primi passaggi segreti della città, nell’unica zona (a ridosso del primo insediamento) sempre preservata dallo sviluppo edilizio e destinata per 1000 anni soltanto a terreno per la coltivazione.
3) La ricostruzione della possibile fuga dell’ultimo conte della città, Antonio Centelles, nel giugno del 1461.
4) La nuova chiave di lettura del significato del monumento più significativo della città – Il Cavatore – indicato come simbolo dell’operosità dei Catanzaresi e che potrebbe rappresentare, invece, secondo l’Autore , una lettera aperta ai cittadini e un invito all’esplorazione di un mondo nascosto e dimenticato.

Nota : Il documentario ha già riscosso molti consensi fra gli addetti ai lavori, tra cui è un onore segnalare il plauso del compianto maestro Vittorio De Seta, che ha richiesto un incontro per complimentarsi, definendo il lavoro “Un film che costituisce uno straordinario strumento di conoscenza e di risveglio per la coscienza storica di una collettività”. Migliaia e in costante aumento le visualizzazioni su internet. Centinaia i messaggi di ringraziamento da parte dei cittadini,ma anche decine di messaggi di apprezzamento(anche dall’estero) e curiosità da parte di tanti appassionati non specificatamente legati al territorio.

• MAGNAGRAECIA FILMFESTIVAL 2012 – partecipazione fuori concorso alla serata conclusiva della manifestazione
• CINEMACLICK 2012 – finalista
• CINEMACLICK 2013 – partecipazione in concorso

• Link :
A)Visione del documentario : http://vimeo.com/46483657#at=0
B) Visione del trailer : http://www.youtube.com/watch?v=Bli4FKkXfS8
C)Fb:https://www.facebook.com/#!/pages/SEGRETI-PASSAGGI-Catanzaro-Sotterranea/446083488767365

 L’Autore – Giuseppe Rachetta