Home / Notizie / Erwin Schrödinger, Zenone e la meccanica quantistica: paradosso del gatto e della freccia

Erwin Schrödinger, Zenone e la meccanica quantistica: paradosso del gatto e della freccia

Erwin Schrödinger – Sapete cos’è un esperimento mentale o esperimento concettuale? Si tratta di un esperimento che si sviluppa solo attraverso l’immaginazione e fra questi vi è appunto il paradosso del gatto di Erwin Schrödinger di cui abbiamo già parlato un precedente post in occasione dell’anniversario della nascita del matematico e fisico Austriaco celebrato da Google con un Doodle, essendo Schrödinger nato il 12 agosto 1897 a Vienna (Schrödinger è morto il 4 gennaio 1961).Fra i tanti paradossi famosi ci sono quelli di Zenone. Alcuni di questi, pur rappresentando un divertente esercizio di logica, si sono rivelati ultili per sviluppare concetti di matematica e fisica moderna. E’ sufficiente pensare infatti che nella meccanica quantistica in cui Schrödinger ha portato importanti contributi con la cd equazione dell’onda chiamata in suo onore equazione di Schrödinger, viene richiamato l’esperimento della freccia di Zenone e si parla di “effetto Zenone quantistico”. Nell’esperimento concettuale della freccia si dimostra che questa una volta lanciata appare in movimento ma in realtà è immobile. Infatti ogni frazione di secondo la freccia occuperà solo uno spazio della sua lunghezza e considerato che il tempo in cui essa si muove è fatto di tanti istanti, la freccia per ognuni di essi risulta immobile.

Doodle - Erwin Schrödinger
Doodle – Erwin Schrödinger

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close