Home / Locale / Calabria / Montepaone / Rosa Tuccio: "di Vento e d'Acqua" prefazione di Giovanna Mulas

Rosa Tuccio: "di Vento e d'Acqua" prefazione di Giovanna Mulas

MONTEPAONE (CZ) – Rosa Tuccio è di Montepaone, cittadina sulla costa jonica catanzarese il cui territorio si estende dal mare alla collina. Ed è proprio nel suo paese che il 14 settembre prossimo presenterà alle 18,30 “di Vento e d’Acqua” (Luigi Pellegrini editore) presso il residence Estella. La prefazione è di Giovanna Mulas, scrittrice di origini sarde di successo che con il suo intervento certifica la qualità della raccolta di Rosa Tuccio, autrice riservata e apprezzata da chi legge i suoi versi capaci di trasmettere emozioni che soffiando sull’anima bagnano il cuore (di Vento e d’Acqua ndr). La Mulas nella sua prefazione scrive: “La giovinezza è nella vita il tempo di un cambiamento di stagione in cui l’urgenza segreta dei fiori e dei frutti si fa vedere d’improvviso fuori nella bellezza e nei colori, scriveva R. Tagore. Leggo una Tuccio da stagioni di vita, che si distingue per i voli alti e per quelle proprietà inconscie che vengono alla luce scrivendo del buio-silenzio nel buio-silenzio: ciò che Virginia Woolf avrebbe definito filosofia dell’anonimato. Un eterno, quello dipinto dalla Tuccio, che delimita uno spazio riscoperto – suo o non suo, poco importa – che lì è sempre stato, anche quando non sentito”.Un qualcosa cambierebbe nell’autrice, le si romperebbe ogni speranza se quell’eterno andasse a perdersi così e di nuovo, tra una nota di vento e l’altra”.

Presentazione "di Vento e d'Acqua" di Rosa Tuccio
Presentazione “di Vento e d’Acqua” di Rosa Tuccio

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close