Home / Notizie / Strage di Lampedusa: Il Campo: "cambiare le leggi vergogna"

Strage di Lampedusa: Il Campo: "cambiare le leggi vergogna"

CATANZARO – Si è tenuta una riunione presso la sede dell’Associazione il Campo a Catanzaro dove si è discusso della tragedia in cui hanno perso la vita centinaia di migranti a Lampedusa e per cui il 4 ottobre 2013 è stato indetto lutto nazionale. L’esito dell’incontro è stato riassunto in una nota diramata agli organi di informazione da parte dell’associazione calabrese che ha come presidente Pino Soriero, già sottosegretario ai trasporti nel primo governo Prodi e più volte eletto deputato in Calabria. Nella nota si legge: “L’Associazione IL CAMPO che, in questi anni, ha lavorato su Progetti di dialogo e concreta solidarietà tra le Università arabe e italiane e ha promosso, da Catanzaro, il Progetto di Solidarietà con l’Università di Nassiriya, fa appello a tutte le forze più sensibili della società civile calabrese ad allargare la mobilitazione. Proprio in virtù, delle esperienze di accoglienza maturate anche in diverse zone della Calabria, riteniamo che non si possa rimanere inerti.Dinnanzi alla terribile tragedia tutti, laici e cattolici, dobbiamo sapere accogliere l’indicazione autorevole di Papa Francesco.Lavoreremo con altre associazioni affinchè, entro una settimana, presso la sede de IL CAMPO a Catanzaro, possa tenersi un’assemblea di cittadini italiani e stranieri immigrati. Vogliamo contribuire, anche dalla città capoluogo della Calabria, ad un’iniziativa nazionale per abolire la legge “Bossi – Fini” e modificare le norme e i decreti successivi che ancora impediscono di bloccare le stragi di migranti.Certo, spetta all’Europa assumere decisioni coraggiose in grado di aprire “Corridoi Umanitari” tutelati dall’Unione Europea. Ma spetta a noi calabresi essere più vigili e partecipi rispetto ai problemi dell’accoglienza e della solidarietà concreta verso chi fugge dalle persecuzioni per rivolgersi a questa sponda del Mediterraneo storicamente aperta al dialogo tra le culture. Anche, in Calabria, occorre affrontare il degrado dei CPT (Centri di Permanenza Temporanei) e definire misure più efficaci per la gestione di progetti concreti che qualifichino Catanzaro, come vera città dell’accoglienza nella disponibilità di servizi sanitari, scolastici, sportivi e culturali.

Pino Soriero, Presidente Associazione "Il Campo - idee per il futuro"
Pino Soriero, Presidente Associazione “Il Campo – idee per il futuro”

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close