Home / Notizie / Google crede e guarda all'Italia per i progetti futuri. Eric Schmitdt: ipse dixit

Google crede e guarda all'Italia per i progetti futuri. Eric Schmitdt: ipse dixit

Il web potrebbe rappresentare una delle principali risorse per superare la crisi, grazie alle grande potenzialità di creare domanda, fornire servizi, favorire le relazioni commerciali e tante altre cose fra le quali quella non certo trascurabili di creare posti di lavoro. Se le cose stanno così Google fa al caso dell’Italia.  Non è soltanto un’idea ma una possibilità concreta perché a quanto pare, stando alle parole di Eric Schmidt, executive chairman di Google il nostro paese potrebbe rientrare nei piani di investimento del colosso di Mountain View. Schmidt lo ha fatto capire chiaramente durante il “Big Tent Made in Italy: la sfida digitale”, un evento organizzato da Google con Unioncamere affermando “l’Italia è straordinaria nel globo e se questa straordinarietà riusciamo a portarla sul web, poco alla volta, ciò porterà un grande contributo al paese. E noi (Google ndr) siamo qui per recitare il nostro ruolo in questa direzione”. La rete per l’Italia potrebbe rivelarsi utile utilizzandola – secondo Eric Schmidt – come strumento per studiare mercati, fare conoscere i prodotti made in Italia e guadagnare clienti in ogni parte del mondo. Insomma, messi da parte i dati statistici sulle potenzialità che potrebbe avere internet sul Pil abbastanza immaginabili e sviscerati durante l’iniziativa, la dichiarazione di Eric Schmidt riempie di ottimismo anche se sarebbe opportuno che il governo Italiano cominciasse a pensare seriamente di dotare della banda larga tutto il territorio nazionale, ora che gli è stato ricordato che Google in Italia c’è ed è pronto ad investire.