Home / Salute / Vitamina C per i malanni di stagione: arance e pomodori da ricordare nella spesa

Vitamina C per i malanni di stagione: arance e pomodori da ricordare nella spesa

Si è sempre detto che il consumo di agrumi aiuta a superare i malanni della stagione. Agrumi perché sono ricchi di vitamina C. Ma proprio la vitamina, sembra venga consumata in maniera minore nei mesi invernali quando dovrebbe invece essere assorbita maggiormente per proteggere l’organismo da raffredori e influenze che proprio durante i mesi freddi sono in agguato. Stando ai risultati di una ricerca condotta dall’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano, infatti, nel periodo invernale si consumano meno cibi ricchi di vitamina C. Lo studio ha riguardato una campione di circa 7600 persone maggiorenni composto da circa il 60% di donne e il resto di maschi. I livelli assunti anche durante l’inverno sono comunque risultati sufficienti al fabbisogno giornaliero. Vero è che l’acido L-ascorbico (così si chiama anche la vitamina C) è di facile deperimento. Si deperisce infatti con l’esposizione al sole e c’è il rischio che gli alimenti consumati introducano nel nostro organismo meno vitamina C di quanto previsto. In ogni modo, non è una cattiva idea durante l’inverno consumare agrumi (arance, mandarini, limoni, kiwi) o verdure in generale: soprattutto pomodori molto ricchi di vitamina C, spinaci, peperoni etc.

Arance
Arance