Home / Sport / Calcio / Inter – Parma: fra cronaca e opinioni

Inter – Parma: fra cronaca e opinioni

SERIE 2013-14 – Nella serata odierna l’Inter sfida un Parma in ottime condizioni e con un Cassano che,soprattutto nelle ultime uscite,ha dato vita a delle prestazioni che si avvicinano molto a quelle del passato. La squadra  meneghina può ridurre sensibilmente il gap   in classifica dal Napoli ed arrivare a  soli due punti, al terzo posto dopo il mezzo passo falso commesso ieri in casa contro l’Udinese di Guidolin. E’ la sfida,ancora,sicuramente tra Cassano e Palacio, due fra i calciatori più di classe di tutta la nostra serie A e fra Donadoni e Mazzari, che si avvicendarono qualche anno addietro sulla panchina del Napoli,con il livornese che subentrò a campionato in corso, al posto del vecchio talento di Atalanta e Milan.La partita ha inizio con una buona occasione per Paletta che ci prova con una girata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Sansone  infila di destro Handanovic,su imbucata di Marchionni. Guarin serve in mezzo all’area Palacio ma quest’ultimo da due passi fallisce un clamoroso tap-in. Poco prima l’ex Inter Gargano esce dal campo infortunato e lascia spazio ad Acquah. Lo stesso Acquah divora un goal facile facile, perché pressato al momento decisivo da Ranocchia. L’atteso Palacio,invece,non sbaglia sfruttando un magnifico assist di un propositivo Jonathan,e pareggia,ma neanche il tempo di esultare che Parolo riporta avanti il Parma,con un appoggio in rete a porta vuota per un errore marchiano di Handanovic. Nella seconda frazione di gioco, Palacio,inarrestabile,pareggia,Guarin completa la rimonta,ma Sansone mette a segno il 3-3,e realizza la sua personale doppietta. Tutto quanto nel giro di un quarto d’ora. Ci prova,poi,Kovacic con una gran botta ,ma che va a lato della porta difesa da Mirante. Reagisce Acquah con un siluro respinto in corner da Handanovic. A due minuti dal termine una percussione di Biabany, fa correre un brivido agli avversari. La partita si conclude,dunque,con un pari che non scontenta nessuno,ma nel contempo non accontenta nessuno,soprattutto l’Inter che fa solo un piccolo passettino in avanti in classifica,e raggiunge quota 28.

Check Also

Euro 2016: Portogallo campione. Batte in finale 1 a 0 la Francia

PARIGI – Il verdetto finale di Euro 2016 è “Portogallo Campione d’Europa”. Il match finale …

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close