Home / Sport / Calcio / Napoli-Arsenal 2-0: cronaca in pillole dell'incontro. Amaro in bocca per i partenopei

Napoli-Arsenal 2-0: cronaca in pillole dell'incontro. Amaro in bocca per i partenopei

Al S.Paolo si cerca l’impresa perché il Napoli nonostante i 9 punti in classifica dovrà vincere con almeno tre  gol di scarto contro un Arsenal in ottimo stato di forma ed esaltato da un primato in Premier e con già un discreto vantaggio sulle inseguitrici, oppure sperare che l’impresa la faccia nell’altra partita il Marsiglia contro il Borussia Dortmund ed allora per la squadra partenopea, potrebbe persino essere sufficiente un pari. In sostanza il girone di ferro, come da tutti battezzato, sarà un incrocio di emozioni e risultati sino all’ultimo secondo tutto da seguire. Di seguito il commento della partita: il primo squillo con un tiro debole è di Pandev all’ottavo,ma senza troppe pretese. Al 23’ risponde l’Arsenal che con un buon fraseggio, manda in porta l’attaccante Giroud, il cui tiro però viene respinto da Rafael. Poi tiro velleitario,da lontano di Callejon  per il Napoli. Poco dopo buona occasione per Maggio ,che ben pescato dai compagni tenta un pallonetto a Scezny che non riesce. Si chiude così la prima frazione di gioco, senza però moltissime occasione da gol. Per il Napoli tanta vivacità e foga senza esser troppo pericoloso. Il secondo tempo riprende  con un tiro di Ozil dopo pochi minuti molto lontano dallo specchio della porta. Armero da due passi tira in bocca al portiere dei gunners, intorno al quindicesimo. Replica Meertens, anche lui con un tiro, però senza esito. Preme ancora il Napoli, stavolta Callejon con un tiro che si spegne a lato di poco. Insigne, invece non impensierisce con una conclusione dalla distanza. Higuain ci prova per l’ennesima volta per i partenopei ma non centra la porta. Al secondo tentativo personale,però, Higuain non sbaglia ed incrociando con il destro porta in vantaggio il Napoli. Al 75’ l’Arsenal rimane in dieci per l’espulsione di Arteta. Gli ultimi minuti sono d’ attesa nella speranza che arrivino buone nuove da Marsiglia,che non arrivano. Il Napoli esce dalla Champions con l’amaro in bocca per i dodici punti totalizzati e per una qualificazione  svanita per un soffio.