Home / Sport / Calcio / Sorteggi Europa e Champions League: opinioni

Sorteggi Europa e Champions League: opinioni

Da oggi fino a metà Febbraio si inizierà a pensare anche alle avversarie in Europa league e champions league , oltre che avere un occhio al campionato. Le urne per diversi aspetti non sono state clementi per le italiane,ma fino alla data delle partite tante cose potranno cambiare, in peggio come anche sicuramente in meglio. Il Milan, prima di vedersela con la Roma e fra sette giorni con i cugini dell’Inter avrà la mente anche alla sua sfidante in Champions, il temibile ed ostico Atletico di Madrid che almeno sino a tale momento non sembra mostrare molti limiti vista la agevole qualificazione alle fasi finale del trofeo conseguita ed il testa a testa che sta giocando con la corazzata Barca in Liga; senza tralasciare il fatto che poco o per nulla ha risentito della cessione del suo bomber Falcao sostituito più che dignitosamente dall’astro nascente Diego Costa ed il fatto, infine, che sembra assimilare sempre meglio gli schemi del suo mister Simeone. La Juve ritrova una turca dopo la disfatta con il Galatasary e stavolta si tratta della squadra di Trebisonda; gli juventini si auspicano che dopo la buona risposta avuta con il Sassuolo, in campionato, ma dopo l’eliminazione dalla coppa dalle grandi orecchie non perda nuovamente la Trebisonda in campo europeo. La Lazio, con uno straordinario Klose in più, autore domenica di una doppietta contro il Livorno sfiderà ai sedicesimi i bulgari del Ludogorets, autentica favola nella loro nazione, artefice di due promozioni nel giro di due anni e di un triplete nazionale,da neo promossa; partita che molte insidie sembra prospettare soprattutto di natura logistiche. I gigliati affronteranno, invece, la squadretta danese dell’Esbjerg, penultima nel suo campionato e senza grosse qualità, ma potrà avere di fronte, in caso di quasi scontato passaggio del turno agli ottavi la Juve,in un quanto mai avvincente derby italiano,però di sicuro con un Gomez in più, reduce da un lunghissimo infortunio,contrato nelle primissime giornate del nostro campionato contro il Cagliari. Di certo la chance di giocare la finale di europa league,in territorio italiano, al J-Stadium può rivelarsi un significativo motivo per non snobbare una competizione,che da anni o forse da sempre è stata reputata dalle italiane di seconda fascia,salvo poi avere come inevitabile effetto quello di scendere sempre più verticalmente nel ranking dei clubs e vederci arrivare da dietro imperiosamente finanche l’Ucraina. Da segnalare, in conclusione, in Champions gli straordinari confronti fra Arsenal e Bayern già sfidatesi lo scorso anno allo stesso punto e tra City e Barca; probabilmente il meglio che il trofeo, in questa fase, poteva offrire. Insomma, buon spettacolo a tutti voi, ed ancor di più, forza italiane! – Roberto Totino.

Check Also

Euro 2016: Portogallo campione. Batte in finale 1 a 0 la Francia

PARIGI – Il verdetto finale di Euro 2016 è “Portogallo Campione d’Europa”. Il match finale …

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close