Home / Locale / Calabria / Soverato / Soverato – Don Bosco si racconta: musica e parole

Soverato – Don Bosco si racconta: musica e parole

SOVERATO: Sabato 15 febbraio alle ore 21.00 l’Istituto Salesiano a conclusione degli annuali festeggiamenti in onore del compatrono della Città, presenterà lo spettacolo “Don Bosco si racconta…musica e parole”. «Uno spettacolo che nasce dalla condivisone di un ambizioso progetto didattico ed educativo portato avanti dall’Orchestra Giovanile “Paolo Ragone”, la realtà nata a Laureana di Borrello il 4 gennaio 2009, in seno all’omonima AssociazioneCulturale e che ad oggi risulta formata da circa settanta giovani musicisti, essendo divenuta nel frattempo una delle realtà musicali più importanti della nostra regione» – ha dichiarato don Gino Martucci, direttore dell’Opera Salesiana di Soverato. «La funzione della musica nel sistema educativo di don Bosco, è pure strettamente legata al suo concetto dell’educare mediante l’allegria, l’atmosfera rasserenante e l’ affinamento del gusto estetico e

Don Gino Martucci, direttore Istituto Salesiano di Soverato (Cz)
Don Gino Martucci, direttore Istituto Salesiano di Soverato (Cz)

dei sentimenti. Per questo essa trova ampi spazi nella nostra Istituzione» ha continuato il Direttore e «Don Bosco dedicò buona parte della sua esistenza al canto ed all’educazione musicale; attività che egli favorì in modo tangibile e che praticò personalmente a tal punto da affermare che un oratorio senza musica è come un corpo senza anima. La musica, l’arte, il teatro devono essere strumenti per aiutare i nostri ragazzi a crescere come “buoni cristiani ed onesti cittadini”, come voleva il nostro grande don Bosco». Diretta fin dalla sua fondazione dal M° Maurizio Managò, l’orchestra di Laureana ha partecipato a diversi concorsi nazionali, ottenendo primi premi e primi premi assoluti. In diversi concerti, ha avuto il prestigio di accompagnare musicisti di fama internazionale e nel 2010 si è esibita alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Si è esibita nei principali teatri calabresi ed è stata diretta dal maestro Riccardo Muti. Attualmente collabora con importanti associazioni nazionali come: Unicef, Save the Children, Libera-Nomi e numeri contro la mafia, l’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica. «La scelta di realizzare uno spettacolo con i ragazzi della nostra Scuola Media e del Liceo Classico» spiega il Preside Candelieri « nasce dalla volontà di favorire sempre più momenti di incontro e confronto tra giovani che con sforzo ed impegno personale si adoperano alla costruzione del “bello” per offrire anche un’immagine diversa della nostra terra, spesso vista come lo stereotipo dell’involuzione o della malavita. Crediamo fortemente che la nostra azione educativa tanto più è efficace quanto più riesce ad essere veicolata da quelle forme d’arte vicine alla sensibilità dei giovani e tra queste certamente la musica ed il teatro». La serata infatti, oltre alla esibizione dell’orchestra prevede il reading “Don Bosco si racconta” a cura del Laboratorio teatrale del Liceo Classico con la collaborazione di Luca Maria Michienzi e la partecipazione straordinaria di Anna Maria De Luca che interpreterà Omaggio a don Bosco di Paul Claudel. Prevista l’esibizione del Laboratorio di canto corale della Scuola Media e del Liceo dei Salesiani sotto la guida del prof. Rocco Cerminara e della prof.ssa Angela Giannetto. Una mostra dei lavori del Laboratorio artistico realizzati dai ragazzi della Scuola Media sarà allestita presso il teatro comunale.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close