Home / Mondo / Verso la vita artificiale, creato Dna potenziato: "ho visto cose…."

Verso la vita artificiale, creato Dna potenziato: "ho visto cose…."

 roy battyIl primo passo è stato fatto e fra non molto o fra tanto (non si sa) qualcuno potrà dire come il replicante Roy Batty di Blade Runner “di avere visto cose che voi umani non potreste immaginare”. Infatti con la creazione di un “Dna potenziato” ovvero un Dna con due “lettere” la possibilità di creare una vita artificiale capace di riprodursi si può dire avviato. E il Dna potenziato è l’immagine che “Nature” ha messo in copertina dopo la scoperta dell’istituto californiano “Scripps”, avvenuta per merito di un team di ricercatori diretto da Floyd Romesberg. Il processo tecnico, attraverso cui si è arrivati alla creazione di un Dna potenziato è un po’ complicato da spiegare, ma è sufficiente per poter ipotizzare che il passo verso la vita artificiale sembra ormai avviato e in questo caso non si tratta di un racconto di fantascienza ma di una notizia dotata di veridicità scientifica e pertanto destinata ad aprire immancabilmente un dibattito etico. Per rimbalzare all’abstract su Nature biotechnology dell’articolo cliccare qui 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. +INFO

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close