Home / Sport / Calcio / Agli ottavi di CL:Juve quasi,Roma forse

Agli ottavi di CL:Juve quasi,Roma forse

Trascorsi questi due giorni di Champion’s League, si puo’ cominciare a tracciare un resoconto, che ha le sembianze di quello finale, in considerazione pure del fatto che oramai manchi un solo match alla chiusura della fase a gironi.
Partendo dalla Roma, per aver giocato prima, al martedi’,sull’insidiosissimo campo del Cska di Mosca, v’e’ da dire che la formazione di Garcia passa in vantaggio con un bolide di Totti su calcio di punizione, crea piu’ di una occasione per raddoppiare, ma a lungo andare i moscoviti iniziano a guadagnare campo, e su una palla persa a meta’ campo , prende gol al minuto 93, al terzo ed ultimo di recupero, con coresponsabilita’ del portiere De Sanctis, non proprio reattivo in occasione della rete, appunto, messa a segno da Beresurzkyn.
Si evidenziano pertanto delle falle difensive, che i giallorossi avevano gia’ messo in evidenza contro Napoli ed Atalanta, poi puntualmente confermate e se poi ci aggiungiamo che, gli infortuni nel reparto difensivo sono continui e numerosi, oltre che un attacco che a parte il buon momento di Lijaic ed il solito intramontabile Totti stenta ad ingranare, allordunque i problemi non sono difficilmente individuabili.
Ora all’ Olimpico, per gli uomini di Garcia partita da dentro o fuori contro il Man City del trascinatore Aguero, autore di una tripletta contro i bavaresi di Guardiola gia’ qualificati, con due risultati a disposizione:pareggio a porte inviolate o vittoria.
Per quel che concerne la Juve, solito approccio sbagliato, remissivo e timoroso, in particolar modo in trasferta, nel primo tempo, per poi contro i modesti svedesi del Malmoe, gia’ campioni nel loro torneo dai primi di Ottobre, sfoderare un ottima ripresa con una serie di azioni da gol, concretizzate dal duo d’attacco Llorente-Tevez, quest’ultimo autore di tre gol in questa CL, tutti a segno contro gli svedesi.
Cosi’ facendo, non resta che attendere l’ultima partita, in casa, contro i Colchoneros di Simeone, gia’ qualificati, per ratificare la qualificazione anche con un pari, benche’ ancora in gioco sia pure il primo posto, vincendo con due reti di scarto, proprio contro gli spagnoli.Si rimanda tutto alle date di 9 e 10 Dicembre per conoscere il destino delle italiane.Nel frattempo si conosce il nome gia’ il nome di alcune qualificate, quali Porto, Real, Bayern, Bayer Leverkusen, Schaktar, Arsenal ,Borussia Dortmund, Atletico, Chelsea, Barcellona e Psg.ROBERTO TOTINO.

Scudetto Juventus
Juventus – stemma